Come aumentare le vendite online

Come aumentare le vendite online: 5 fattori fondamentali

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Un sistema di e-commerce efficace ha, fondamentalmente, un unico ma essenziale obiettivo: indurre il visitatore all’acquisto. Tuttavia, prima che ciò accada, è importante far sì che i prodotti siano presentati e lanciati in modo da catturare l’attenzione del potenziale acquirente. Il lavoro di un e-commerce consiste proprio nel trasformare dei semplici visitatori in clienti e aumentare, in questo modo, gli ordini. Tutta l’offerta, dunque, deve essere allettante e capace di stimolare l’utente su molti fattori, sia logici che emozionali. Per tale ragione, se vogliamo assicurare un alto livello di vendite di un nuovo prodotto, dobbiamo concentrare buona parte dei nostri sforzi proprio sulla presentazione del prodotto stesso.

La domanda sorge spontanea:

#1 Quali sono le tecniche che ci permettono di rendere maggiormente appetibile un prodotto?
#2 Quali sono, insomma, le strategie da adottare per lanciare nuovi prodotti all’interno di un e-commerce?

Proviamo a rispondere con qualche consiglio utile.

#1 Pensare da cliente

Per un’azienda, il raggiungimento, nonché il mantenimento, di un buon livello di vendite passa attraverso la comprensione delle esigenze dei propri clienti e l’abilità di adattarsi ai loro comportamenti. La prima domanda che dobbiamo porci e su cui dobbiamo incentrare la nostra strategia di vendita è la seguente: quali sono i principali benefici che traggono i consumatori dall’acquisto di tale prodotto?

Quanto più la proposta di vendita sarà vicina alle necessità dei clienti, tanto più questi ultimi saranno predisposti a fare acquisti. La fase iniziale, dunque, consiste nel far leva proprio sui vantaggi che l’acquirente potrà trarre dall’acquisto e dall’utilizzo di quel determinato prodotto.

#2 Creare pagine prodotto dettagliate

Un’attenzione particolare va dedicata alla presentazione del prodotto. Le pagine o schede prodotto sono elementi cruciali all’interno di un sistema di vendita. Una pagina prodotto deve contenere tutte quelle informazioni che il futuro acquirente vorrebbe sapere, ma soprattutto deve indicare i vantaggi che il prodotto offre.

Deve:

  • informare il visitatore dei problemi che il prodotto risolve;
  • delle esigenze che soddisfa;
  • deve saperlo fare in modo chiaro e semplice.

La pagina prodotto deve riuscire a prevedere e prevenire le possibili domande e perplessità dell’acquirente. Deve togliere ogni dubbio per eliminare le sue resistenze, convincendolo in pochi click all’acquisto.

#3 Non trascurare l’importanza delle immagini

Come ben noto, l’aspetto più sfavorevole dell’acquisto online è la mancanza di contatto fisico con l’oggetto. Il fatto di non poterlo toccare con mano, di non poterlo maneggiare, annusare o osservarne ed esaminarne i dettagli e le forme, spesso è motivo di mancato acquisto. Per tale ragione le immagini assumono ancora maggiore importanza, ed è necessario che la loro qualità sia alta.

Leggi anche:  E-commerce: i migliori tool per avere successo

Lo scopo di una foto è quello di trasmettere le sensazioni che l’utente potrebbe provare se avesse l’oggetto davanti ai propri occhi. Oltretutto, anche in questo caso le foto devono essere scattate tenendo conto delle perplessità e delle possibili domande dei clienti.

Se il cliente stesse facendo lo stesso acquisto nel negozio fisico, cosa osserverebbe in particolare?

Lo scopo è mostrare, seppur solo attraverso una serie di scatti, tutti quei dettagli che una persona esaminerebbe se stesse acquistando quel prodotto di persona.

Descrizioni brevi, ma dettagliate

Il testo che presenta il prodotto deve descriverlo nei suoi tratti principali; tuttavia, l’errore principale che si commette è quello di gonfiare la scheda introduttiva con una serie di informazioni tecniche che non sempre interessano. Quindi, una possibile soluzione è quella di lavorare prima su una descrizione breve da mostrare in apertura, e soltanto dopo, corredare la prima con una più dettagliata a scomparsa.

Prodotti correlati studiati

I prodotti correlati, mostrati nella parte bassa della pagina prodotto, consentono al pubblico di scoprire le ulteriori risorse all’interno dell’e-commerce. Soprattutto se la correlazione è ben studiata, e non casuale, è possibile che il visitatore prosegua la sua esperienza d’acquisto. Non dimentichiamo, quindi, di studiare delle combinazioni intelligenti di prodotti utili, senza limitarci ad un puro suggerimento, ma mostrando cosa è davvero meglio per l’utente.

Occhio alle recensioni

Ormai, sempre con maggiore frequenza, clienti, o potenziali tali, sono sempre spinti dalla curiosità e dall’interesse di sbirciare sul web prima di concedersi l’acquisto di un determinato prodotto o servizio. Le recensioni, quindi, concedono libertà di espressione a chi ha provato il vostro prodotto o servizio e vengono considerate dagli utenti la voce più veritiera e affidabile. Molto spesso, infatti, vengono lette prima le recensioni e soltanto in un secondo momento la presentazione del prodotto offerto.

Ma se stiamo proponendo un prodotto nuovo non ancora testato?

Un’idea potrebbe essere quella di inviare gratuitamente ad alcuni dei clienti più fedeli il nuovo prodotto chiedendo in cambio una recensione sul sito. Questa attività, oltre a fornire recensioni, può rappresentare un ottimo test per verificare la reale efficacia del nuovo prodotto. Infatti, feedback negativi possono portare a riconsiderare in toto il lancio del prodotto online.

#4 Promuovere il tuo prodotto sui social

Per lanciare nuovi prodotti è necessario sfruttare, a seconda del pubblico al quale ci si rivolge, Facebook, ma anche piattaforme come Pinterest e Instagram.

Leggi anche:  E-commerce che non vende: gli utenti si fidano di te?

Proprio Instagram, il social che sfrutta più di altri l’impatto delle immagini, può assicurare ai nuovi prodotti una grande visibilità. Tenendo conto del massiccio utilizzo che si fa oggi dei social, non va assolutamente sottovalutata la visibilità dei blogger e degli influencer e, dunque, il potere dell’Influencer Marketing, una delle strategie di marketing considerate più in rapida crescita negli ultimi anni.

Lo scopo dell’Influencer Marketing è proprio quello di far conoscere un brand o un suo prodotto, e per tale ragione è indispensabile selezionare influencer che, nel proprio ambito di competenza e sulla piattaforma a loro più congeniale (Instagram, YouTube, TikTok, blog, etc..), possano realizzare un contenuto di qualità, ma soprattutto trainante e convincente.

#5 Invitare con una newsletter

Una soluzione trasversale e versatile è l’invio della newsletter, valida soprattutto per coloro che sono già clienti. Attraverso la newsletter è possibile raccontare in maniera precisa i dettagli del prodotto e magari premiare i clienti con agevolazioni e sconti.

Il consiglio è sempre lo stesso: affiancare al testo dei contenuti multimediali, come ad esempio un video del lancio del nuovo prodotto. Un video breve, di pochi minuti, attirerà più facilmente l’attenzione di un utente non sempre predisposto alla lettura di un lungo testo descrittivo.

Nell’atto di acquisto di un prodotto o di un servizio, quindi, entrano in gioco molti fattori, non solo logici, ma spesso soprattutto emotivi. Solo attraverso la comprensione delle esigenze dell’utente è possibile raggiungere e mantenere buoni livelli di vendita: gli utenti, infatti hanno ormai consolidato atteggiamenti specifici e ripetitivi nel loro modo di muoversi in rete ed è compito degli imprenditori cogliere questa evoluzione. È necessario offrire loro ciò che vogliono avere, facendogli vivere un’esperienza gratificante, che è quella che lo farà tornare nel vostro negozio, seppur virtuale.

Francesca Liberatore
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Già che ci sono, voglio iscrivermi alla vostra newsletter!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.