Seo per e-commerce

SEO per e-commerce: la strategia per aumentare il traffico (e le vendite)

Il successo di un e-commerce è legato soprattutto al suo traffico per questo il primo obiettivo per migliorare la redditività è quello di aumentarlo. Lo strumento più efficace è senza dubbio una strategia SEO solida e valida che aiuti il tuo shop online a farsi notare ed emergere in un ambiente più che mai competitivo, caratterizzato da pubblicità a pagamento, concorrenza spietata e grandi leader del settore. In questo quadro migliorare il posizionamento organico sui motori di ricerca spesso sembra impossibile, ma non lo è, soprattutto se si seguono i consigli giusti e le strategie più efficaci. Solo in questo modo sarà possibile aumentare il traffico e, di conseguenza, le vendite dell’e-commerce.

SEO per e-commerce: cerca le keyword giuste

Il primo passo per avviare un’attività SEO efficace è individuare le keyword. Focalizza la tua attenzione sulle schede di categoria e le schede prodotto Si tratta di pagine che rivestono il ruolo di landing page, le cosiddette “pagine di atterraggio” a cui gli utenti approdano dopo aver cliccato un link. Si tratta di un aspetto che non devi trascurare, cercando di ottimizzare al meglio la landing page, allo scopo di generare traffico.

Quale keyword scegliere? Negli e-shop è fondamentale dare spazio alle keyword transazionali. Si tratta di query che portano l’utente a convertire la sua ricerca in un’azione. Ad esempio chi digita su Google “crema viso pelle secca” ha chiaramente intenzione di acquistare un determinato prodotto che sta ricercando sul web, mentre “cura pelle secca viso” esprime semplicemente una richiesta di informazioni che non sono associate necessariamente a un prodotto.

Questa premessa serve a spiegarti perché, per realizzare una strategia SEO efficace, dovresti individuare alcune keyword transazionali, cercando le parole che gli utenti potrebbero digitare quando hanno intenzione di comprare qualcosa.

Per creare la tua lista di keyword utilizza gli strumenti giusti, servendoti di SEMrush, Google Trends oppure Google Ads Keyword Planner, solo per citare i più famosi, visto che online ce ne sono tantissimi. I parametri da prendere in considerazione durante la ricerca sono tre:

  • keyword difficulty – la KD indica il livello di competizione
  • CPC – si tratta del costo per clic definito da Google Ads
  • volume di ricerca mensile

Prediligi sempre le parole chiave che presentano un alto volume di ricerca e, al tempo stesso, una bassa competizione. Soprattutto nel caso dell’e-commerce scegliere parole chiavi con un basso volume di ricerca potrebbe rivelarsi un grave errore, perché difficilmente poco traffico riesce a trasformarsi in vendite.

Infine un aspetto da non trascurare è quello rappresentato dalle long tail, ossia le parole chiave “a coda lunga”. Si tratta di keyword particolari e molto mirate, decisamente “di nicchia”, con un basso livello di concorrenza e un alto tasso di conversione. Intercettarle significa entrare in contatto con utenti che hanno intenzione di acquistare sin da quando aprono Google.

SEO per e-commerce: ottimizza l’architettura del sito web

Le keyword giuste non bastano se non viene realizzata una buona ottimizzazione della struttura dell’e-shop. Quali sono gli step da seguire? Per prima cosa cerca di creare un’architettura semplice, che non contenga troppi livelli e che sia immediata per l’utente. Chiunque accederà al sito dovrà riuscire a raggiungere le schede prodotto in meno di tre clic. In questo modo avrai diversi vantaggi: prima di tutto riuscirai a raggiungere più velocemente i tuoi clienti potenziali, inoltre una struttura di questo tipo viene favorita dai browser per cui risulta più facile reindirizzare la pagina con le informazioni cercate online dal cliente.

Seguendo questo principio di “semplificazione” anche gli URL devono essere semplici e brevi in modo da posizionarsi facilmente nella SERP. Non dimenticarti di sfruttare al meglio i link interni, che rappresentano un valore aggiunto per un e-commerce. Crea dei collegamenti fra i prodotti simili e le categorie, assicurandoti che le pagine siano ben legate fra di loro secondo un filo logico che prende in considerazione stagionalità, promozioni e caratteristiche. Ricorda che le pagine ben posizionate, se linkate alle altre, possono “trascinarle” regalandogli maggiore visibilità. Ovviamente si tratta di un lavoro che va fatto seguendo un criterio ben preciso e senza esagerare. Troppi link e collegamenti inutili infatti rischiano di appesantire il sito e di creare nell’utente confusione, spingendolo ad abbandonare l’e-shop.

SEO per e-commerce: ottimizza i contenuti e le immagini

“Content is the King” diceva Bill Gates e non c’è nulla di più vero, anche quando si parla di e-commerce. Sfruttare e mettere in pratica le regole chiave del SEO copywriting è fondamentale per aumentare il traffico di un sito web. I principi da seguire sono pochi, ma molto importanti.

I contenuti di un e-shop devono essere lineari, chiari e semplici, comprensibili a tutti e adatti alla lettura online. La scrittura deve essere perfetta, senza errori, ma al tempo stesso non bisogna usare un linguaggio troppo difficile e che possa creare confusione. I testi devono essere originali, con uno stile inconfondibile. Copiare i contenuti non serve a nulla ed è dannoso perché rischi di essere identificato come spammer da Google.

Cerca di distribuire in modo naturale la parola chiave, senza forzature, inserendola nel testo dalle 3 alle 5 volte a seconda della lunghezza. Per una maggiore efficacia del contenuto assicurati che sia sempre presente nelle prime 100 parole. Prendendo spunto dalle keyword individuate all’inizio del lavoro, inserisci le long tail. Anche in questo caso è tutta questione di equilibrio: evita le ripetizioni e le forzature mettendo la parola chiave ovunque, l’algoritmo di Google è difficile da ingannare e se esageri potresti causare un crollo dell’autorevolezza.

Non tralasciare le immagini, soprattutto perché sono lo strumento che ti permette di arrivare in modo più immediato ai tuoi utenti. Devono essere belle da vedere, ma semplici da caricare, quindi con una bassa compressione. Inoltre è fondamentale aggiungere sempre un attributo Alt, in questo modo le persone potranno trovarti anche grazie alla ricerca su Google Immagini.

SEO per e-commerce: migliora la versione mobile

Un sito e-commerce deve necessariamente avere anche una buona user experience da mobile. Ottimizzare la versione per tablet e smartphone è un imperativo per chiunque gestisca un e-shop. Per prima cosa assicurati che il sito sia navigabile facilmente, grazie a pulsanti e link con misure adatte agli schermi del cellulare. A questo scopo crea un menu a scomparsa che renda più agevole per l’utente cliccare senza interrompere per forza la lettura.

Riduci le dimensioni delle tue immagini, in questo modo si caricheranno molto più velocemente e saranno fruibili anche da mobile. Infine evita i banner pubblicitari mobili e assicurati che il contact form si possa compilare senza impedimenti anche dal cellulare.

Per concludere

Aumentare è la priorità di un e-commerce che punta a migliorare le vendite. Per farlo è fondamentale mettere in atto una strategia SEO valida e molto precisa. Cerca le parole chiave giuste, utilizzando gli strumenti a disposizione, puntando sulle parole chiavi transazionali e le long tail. Ottimizza l’architettura del sito web, semplificandola in modo da rendere tutto più immediato e consentire agli utenti una navigazione ottimale. Utilizza al massimo tre livelli e sfrutta i link interni, collegando fra loro le pagine in modo efficace. Cura con grande attenzione i contenuti, che dovranno essere originali, chiari e semplici. Inserisci la parola chiave nei testi almeno 3-5 volte, assicurandoti che sia presente nelle prime 100 parole del testo. Infine non dimenticarti di rendere l’e-shop fruibile anche da mobile. Solo seguendo tutti questi step riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo e aumentare il traffico, ma soprattutto gli acquisti.

SEO per e-commerce: la strategia per aumentare il traffico (e le vendite)
5 (100%) 1 vote[s]

Valentina Vanzini

Classe 1987 è laureata in Educazione e Sistemi Editoriali all'università di Tor Vergata. Da anni lavora sul web come copywriter, scrivendo e interessandosi di tutto. Scrivere per lei non è solo un passatempo, ma un modo per curare nevrosi e ansie, fra romanzi, guide e testi SEO. Si sente tranquilla solo quando ha il suo pc a portata di mano. I tasti con le lettere sono ormai tutti cancellati: indovinate perché.
Valentina Vanzini
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.
Altro in: SEO e SEM
7 tool indispensabili per il lavoro dei copywriter
7 tool indispensabili per il lavoro dei copywriter

Chiudi