Brand building in palestra

Brand building in palestra: nuovi clienti in arrivo

Costruire il proprio brand non è semplice, se poi dobbiamo costruirlo anche online può sembrare una vera e propria impresa! Tuttavia, se consideriamo gli strumenti che abbiamo a disposizione oggi e i vari esempi di chi si è già dato da fare e ha raggiunto i propri obiettivi, anche una palestra può attuare una valida strategia di brand building e farsi conoscere online così come offline. I risultati del nostro impegno si tramutano ovviamente in nuovi clienti e in tante soddisfazioni.

Che dici? Ti piace come inizio? Certamente sì e, forse, con questa breve premessa siamo riusciti ad alleviare i tuoi mal di testa riguardo a tutta la storia dell’identità del tuo brand e dei traguardi che ti sei prefissato per quanto riguarda l’incremento della visibilità e della popolarità online.

Abbiamo parlato in generale del web marketing sportivo e di come sfruttare alcuni validi social network, e andremo molto a fondo di ogni questione e dubbio. Proprio per questo, oggi ci focalizziamo sul brand building delle palestre e di tutti coloro che operano nel settore dello sport e/o del fitness. Vediamo un po’ quali possono essere le mosse vincenti da mettere in atto al più presto!

Alla ricerca della perfetta strategia di brand building

Lo sport e il fitness sono importanti per tante persone. Questo già ti conferma che, come queste tematiche interessano a te, appassionano anche tantissimi altri individui nel mondo e molti di essi sono connessi praticamente in ogni momento. Questo significa che il tuo target c’è, è ampio ed è in rete ad aspettarti.

Per raggiungerlo devi ovviamente seguire delle tecniche specifiche, in particolare per quanto riguarda la costruzione del tuo brand. Le persone devono avere modo di conoscerti e trovarti, e per questo sono ottimi alleati i social, il blogging, i video su piattaforme come YouTube e l’utilizzo di alcune tecniche SEO (senza dimenticarti però che la parola chiave non è tutto!).

Oltre a conoscerti e a trovarti con facilità, devono anche RI-conoscerti, ovvero distinguere il tuo brand dagli altri. Anche in questo caso, gli alleati appena elencati fanno molto comodo, ma hai bisogno anche di:

  • un logo che colpisca e che possa rimanere impresso nella mente,
  • recensioni che possano aumentare l’autorevolezza della tua attività e professionalità.

Con passione, creatività e impegno, non è difficile rafforzare la tua identità online e ottenere una maggiore visibilità e popolarità con un conseguente aumento di clienti. Tuttavia, per la costruzione di una potente strategia di brand building ci vogliono ben altri fattori, da rafforzare e valorizzare nel tempo, ma anche altre operazioni da portare a termine con efficienza.

Gli esempi da seguire

Per le palestre, per ogni azienda e professionista che opera nel settore dello sport e del fitness, un buon modo per rafforzare il proprio brand può essere quello di avviare collaborazioni importanti e/o avvalersi di uno sponsor. Alcune marche, come ad esempio Gatorade, sono palesemente legate al settore sportivo, per cui ha molto senso avvicinarsi a produttori di questo tipo.

Naturalmente, non è semplice, ma ciò che conta è quello che viene chiamato “il principio del trasferimento di piacere“: generalmente, si sceglie uno sponsor “che piace” o un brand amato, in quanto quei positivi sentimenti nei confronti del marchio in questione si trasferiscono molto facilmente persino ad altri oggetti o soggetti associati ad esso. Più sono forti quei sentimenti di piacere, più la partnership di sponsorizzazione risulta vantaggiosa per un’azienda operante nell’ambito dello sport e del fitness. Uno sponsor può quindi creare una valida opportunità e consentirti di trasformare i fans del marchio scelto in clienti appassionati della tua attività.

Inizialmente, possiamo anche solamente mostrare una sorta di “simpatia” con aziende relative e connesse in qualche modo al settore sport e fitness, senza necessariamente creare una collaborazione vera e propria. Ad esempio, può essere utile usufruire dei social media per condividere fatti o prodotti interessanti riguardanti un brand molto amato (citare e taggare nel post di accompagnamento è sempre un’ottima idea!) e, anche in questo modo, le persone iniziano ad associare: condividere qualità, trasmette qualità. Pertanto, è un buon inizio, nonché una strategia da portare aventi nel tempo.

Naturalmente, questo non significa assolutamente pubblicare solo contenuti altrui (altrimenti di chi è il brand da rafforzare?): creare dei contenuti propri, di valore, di qualità e altamente informativi è un atto che contribuisce ad aumentare l’autorevolezza di un’azienda nel proprio settore. In pratica, anche i tuoi contenuti possono essere elaborati con l’intento di rafforzare il tuo brand e rivelarsi sempre un asso nella manica.

Il segreto per la perfetta brand building

La passione e la personalità: la combinazione tra questi due elementi è sempre ciò che fa la differenza. Se hai un’azienda che non senti tua, alla quale non tieni per niente e che non ti soddisfa, non ti sarà facile costruire il tuo brand online, ma neanche offline.

Infatti, passione e personalità ci permettono di distinguerci e di trasmettere non solo la professionalità, ma persino emozioni più grandi e importanti per la fidelizzazione. Questo “atteggiamento” o modo di lavorare, chiamalo come preferisci, coinvolge positivamente chi lavora con noi e persino i nostri clienti. Questi ultimi notano sempre la differenza: pensi che abbia più successo un artigiano che crea ogni volta degli oggetti fantastici e studiati nel dettaglio (mentre li fa prova “amore” e si sente affascinato dai materiali che usa e dalle sue nuove idee) o una persona che fa lavori incompleti e che realizza oggetti che si vede da lontano un miglio che sono fatti tanto per fare?

Lo stesso vale per un proprietario di palestra che cura la sua struttura, sta attento al singolo cliente e lo “coccola” fornendo ad esso tutto il supporto di cui ha bisogno; e un altro che non vuole investire sulle attrezzature, che non bada molto alla pulizia e che magari non saluta i clienti! Ovviamente, il primo è quello che avrà la fila per le iscrizioni, l’altro potrebbe anche nascondersi dietro il “fenomeno” della crisi economica…

Sicuramente, se stai leggendo questo articolo, vuol dire che ami quello che fai e che ci tieni a costruire un brand che conquisti ogni utente, sia quando vi trovate faccia a faccia che quando siete separati da uno schermo. Puoi utilizzare questa tua passione e quell’amore che hai per la tua professione per creare:

  • un logo che abbia in qualche modo “la tua firma” e che mostri la tua personalità e/o quella della tua azienda,
  • un blog dove trasmetti la tua passione, il talento e le competenze, e in cui ti poni come un aiuto per chi è interessato al tuo settore,
  • dei video che parlino della quotidianità della tua palestra, della tua professione e di quello che proponi,
  • un rapporto di fiducia con i tuoi clienti attuali, che potranno avviare il passaparola e aiutarti (anche inconsapevolmente) a crescere e ad attirare la tua nuova clientela.

Con questi presupposti, anche piccole imprese e brand locali sono riusciti a vincere sui grandi e a diventare grandi, creando una strategia di brand building che non è poi così difficile da seguire! Anzi, l’identità e la reputazione di un brand possono anche costruirsi “da soli”: un aiuto professionale e più tecnico non guasta mai, ma il principale input e lo slancio iniziale parte sicuramente da te.

 

Avatar for Susanna Soliman

Susanna Soliman

Scrittrice, copywriter e mamma a tempo pieno. Scrivo per passione, leggo per crescere e vivo di parole. Il mio motto è: #Love, #Live & #Write.
Avatar for Susanna Soliman
Brand building in palestra: nuovi clienti in arrivo ultima modifica: 2017-10-03T11:59:37+00:00 da Susanna Soliman

Iscriviti alla Newsletter!

Niente spam e niente promozioni. Solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Ci stai?
Ok, mi iscrivo!
close-link