Sitemap: cos’è e perché è importante

Sitemap: cos’è e perché è importante

Tra i mille aspetti da curare in un sito web, la sitemap è sicuramente uno dei più importanti in ottica SEO. È un aiuto valido per creare e gestire la struttura interna, per facilitare la navigazione degli utenti e, soprattutto, per semplificare il lavoro di Google. Si tratta di un argomento che viene addirittura trattato all’interno del blog ufficiale dell’azienda di Mountain View, dove è possibile trovare diversi consigli interessanti dedicati proprio ai webmaster, ma anche a tutti coloro che desiderano farsi spazio online e farlo come si deve.

Oggi fortunatamente esistono diversi plugin che aiutano nella gestione della sitemap, disponibili gratuitamente per CMS come WordPress e Joomla. Questi strumenti creano, aggiornano e inviano automaticamente la mappa a Google (uno dei migliori per WordPress è Yoast SEO). In alternativa, è possibile caricarla manualmente all’interno della Search Console di Google. Effettuare questa operazione è utile principalmente durante la fase di indicizzazione di un sito appena creato (troverai ulteriori approfondimenti nella nostra guida al posizionamento). Detto questo, andiamo a scoprire altri dettagli da non sottovalutare.

Alla scoperta della sitemap

La mappa del tuo sito è uno dei fattori che hanno una fondamentale importanza nell’ambito della SEO, proprio come il file robots.txt, di cui si parla in maniera molto approfondita sul sito Seoeposizionamento.it. Devi sapere inoltre che esistono due differenti tipologie di sitemap: quella HTML e quella XML. La prima è riservata agli utenti e ai navigatori del sito, mentre la seconda è quella da inviare a Google per facilitare la scansione delle tue pagine web.

Sicuramente, la mappa utile al motore di ricerca sembra la più importante ma, in realtà, quella HTML non dovrebbe essere considerata secondaria o banale. Infatti, da essa dipendono una migliore usabilità del sito o blog e tantissimi altri aspetti.

Una mappa del sito ottimizzata per la navigazione deve essere impostata innanzitutto sulla verticalità, cioè su una struttura di tipo piramidale. Questo significa che gli argomenti trattati all’interno del sito devono prevedere delle macrocategorie, alle quale corrispondano poi delle sottocategorie fino ad arrivare alle microcategorie.

Per esempio, in un sito di elettronica le macrocategorie potrebbero corrispondere ai prodotti come gli smartphone e i tablet (macrocategorie), per scendere poi verso la suddivisione tra le varie marche (sottocategorie), fino ad arrivare ai singoli modelli (che potrebbero essere intesi come microcategorie).

È opportuno che la sitemap sia sempre molto chiara, per consentire una navigazione facile e intuitiva. Ricordati infatti che un utente che non riesce a trovare qualcosa sul tuo sito o blog, la andrà a cercare da un’altra parte: perderai quel visitatore e, se abbandona troppo presto, potrai aumentare la percentuale della frequenza di rimbalzo, che non dovrebbe affatto essere alta!

La sitemap XML: come farsi scansionare correttamente da Google

Come avrai capito, sono entrambe mappe importanti, ma cosa possiamo dire di più di quella XML? I motori di ricerca come Google, Bing e Yahoo! impiegano la maggior parte delle loro risorse per mandare avanti e dietro per il web i loro spider, dei bot che scansionano milioni di pagine ogni giorno. Si tratta di una mole di lavoro enorme, che richiede ingenti sforzi economici e di tempo da parte delle società coinvolte. Ovviamente, questi magnati della rete gradiscono non poco quando si facilita questo compito inviando loro l’importante file, costantemente aggiornato e contenente tutti gli indirizzi URL delle varie pagine, che li aiuta nell’indicizzazione.

Per intenderci, se non caricassimo questa mappa sulla Google Search Console e/o se uno dei nostri plugin non si impegnasse per inviarglielo automaticamente per ogni aggiornamento, sarebbe come dare a Google un prodotto da valutare senza saperne praticamente niente!

Questo naturalmente, rallenterebbe l’indicizzazione e metterebbe a rischio il posizionamento sui risultati della ricerca. Perciò, possiamo dire che vale la pena di prestare attenzione alla sitemap, non credi?

 

Avatar for Susanna Soliman

Susanna Soliman

Scrittrice, copywriter e mamma a tempo pieno. Scrivo per passione, leggo per crescere e vivo di parole. Il mio motto è: #Love, #Live & #Write.
Avatar for Susanna Soliman
Sitemap: cos’è e perché è importante ultima modifica: 2017-08-07T16:32:43+00:00 da Susanna Soliman

Iscriviti alla Newsletter!

Niente spam e niente promozioni. Solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Ci stai?
Ok, mi iscrivo!
close-link