Paola Ciccarelli

Social Media Consulting: parliamone con Paola Ciccarelli

Senza le giuste competenze è difficile far crescere un progetto web. Proprio per questo bisogna sottolineare come le aziende, per portare al successo la propria attività online, debbano affidarsi a professionisti del settore, soprattutto per non spendere inutilmente i budget stanziati per scopi promozionali.

Per sviluppare strategie di Web Marketing, con un occhio di riguardo ai Social Media, è importante avvalersi di particolari competenze.

Abbiamo parlato di questo (e di molto altro) con Paola Ciccarelli.

Professionista determinata e dalla ferrea volontà, una consulente di Social Marketing in grado di mettere in risalto cosa le web agencies e gli specialisti digitali possono fare per i business che vogliono sbarcare su internet.

  • Ciao Paola, benvenuta sul nostro blog. Abbiamo visto che, finalmente, hai lanciato il tuo progetto web, il compimento di un lungo percorso professionale. Puoi raccontarcelo in sintesi?

Intanto, grazie mille per la vostra ospitalità! Raccontare in sintesi il mio percorso? Ci provo, dai. Ho iniziato partecipando a un seminario di Social Media Marketing, per conto dell’ufficio per cui lavoravo e per cui lavoro tutt’ora!

Mi appassionai alla materia a tal punto da iniziare a seguire corsi in giro per lo stivale e “sporcandomi le mani sul campo”, fino a maturare l’idea di aprire un sito tutto mio! Anche se la scelta è stata pensata e ripensata all’infinito, prima della decisione finale!

  • Hai iniziato da poco, ma c’è già grande curiosità intorno al tuo lavoro. In particolar modo, appare molto intrigante la rubrica “Interviste in rosa” che sta per prendere il via… puoi dirci qualcosa in proposito?

Certamente! Anzi, vi ringrazio per la domanda. Ho creato la rubrica “interviste in rosa” perché la mia intenzione è quella di ospitare tutte le professioniste del web che vorranno dire la loro sul mondo “dell’Internet”; voglio dare anche risalto al mondo dell’imprenditoria femminile, a cui tengo molto, tenendo aggiornati i miei lettori su tutto ciò che riguarda l’universo “Donna”!

A tal proposito, il prossimo appuntamento al quale parteciperò, sarà il “GammaForum2018” a Milano, evento che promuove l’imprenditoria femminile e giovanile in modo innovativo!

Quindi, StayTuned 😉

  • Come scegli i professionisti da ospitare sul tuo blog?

Il primo input nella scelta è l’empatia! Ospitare un professionista sul proprio blog, è come far entrare un amico a casa…

Facciamo entrare chi stimiamo e ci può arricchire con le proprie esperienze.

Ovviamente sono attenta alle esigenze di chi mi legge e cerco di scegliere i miei ospiti con un occhio alle tendenze del momento, sperando di offrire sempre informazioni utili e spunti per migliorare le proprie professioni attraverso le mie interviste, appunto!

  • Hai lanciato da poco il blog, ma lavori nel campo della comunicazione digitale già da un bel po’ di tempo. A tal proposito, come pensi stiano evolvendo i Social Media?

Più che di una evoluzione dei Social Media, io parlerei di una involuzione degli utenti. Negli ultimi periodi abbiamo assistito all’abbattimento di tutti i muri della decenza, con violenza verbale gratuita sulla quasi totalità degli argomenti di attualità.

Se vogliamo parlare invece dell’aspetto puramente di strategia di marketing, stanno offrendo sempre più gli strumenti giusti per agevolare le aziende a essere presenti sul mercato globale!

La digitalizzazione ormai è in atto e i Social Media hanno ampiamente soppiantato i mezzi di comunicazione tradizionali, con contenuti sempre nuovi e possibilità infinite, soprattutto per le aziende che vogliono veicolare il proprio Brand.

  • Ti definisci come “moglie e mamma innamorata pazza del mondo social”. Cosa ti appassiona così tanto dei social network?

È semplice! Mi appassiona il rapporto con le persone! I Social Network sono un mondo variegato dove puoi incontrare tutti i tipi di “utenti” ed è un esercizio psicologico non indifferente, poter interagire con tutti.

Posso affermare che i social network aprono la mente, insegnano a capire gli altri anche solo da quello che scrivono, leggendo tra le righe o da quello che pòstano… Insomma, è fantastico tutto ciò!

Perdona il mio entusiasmo, eh 😀

  • Pensi che i social possano dare vantaggi concreti alle aziende che decidono di creare pagine ufficiali? Ragionando in un’ottica aziendale, quale pensi sia il social network più indicato per le realtà aziendali?

Io sono assolutamente certa che i social portino vantaggi concreti alle aziende, attraverso la creazione di pagine aziendali, sì. Ovviamente sempre affidandosi a professionisti del settore, piuttosto che avvalersi del “fai da te”.

La scelta del social network più indicato credo dipenda dal tipo di prodotto/servizio che offre l’azienda stessa, fermo restando che la piattaforma dalla quale non si possa prescindere sia una sola, e cioè Facebook!

  • Alcuni giorni fa ho letto un articolo molto interessante dove veniva spiegato come l’autoironia vince anche nel mondo digitale. Puoi darci un tuo parere su questo concetto? È possibile gestire un progetto social aziendale “uscendo dagli schemi”, dando libero sfogo a creatività e ironia?

Intanto, faccio i miei complimenti a Francesca Ungaro (una persona che stimo molto), per i suoi articoli sempre interessanti ed esaustivi!

Poi vi dico che su questo argomento, mi trovate non d’accordo, di più!

Ho sempre pensato che l’autoironia e il saper ridere di se stessi sia la più alta forma di intelligenza che una persona possa dimostrare. Questo vale anche per i progetti social aziendali, ovviamente!

Senza citare i nomi, sappiamo tutti che online ci sono molti esempi di progetti dove l’ironia nel messaggio è il valore aggiunto alla creatività del Brand! Fermo restando che la linea di continuità si debba tenere anche nel rapporto con l’utente finale!

Ironia dunque, anche nel famoso “engagement”, che ha le sue regole (che ovviamente non ti svelerò) 😉

  • Qualche consiglio da parte tua su come creare un Business Plan che possa aiutare le aziende a raggiungere gli obiettivi prefissati?!?

Diciamo che ogni azienda ha degli obiettivi a sé stanti, quindi consigliare un modello di Business Plan o un altro, sarebbe fuorviante! Credo che fondamentalmente, sia importante individuare i punti deboli e i punti di forza del proprio progetto imprenditoriale e lavorare su quelli.

Non è detto, poi, che l’idea iniziale di Business Plan non debba (o possa) essere modificata nel corso del tempo e dei cambiamenti che si presentano via via!

  • Parlando con te mi è venuta in mente una frase di Jane Austen “Non sono il tempo né le circostanze a creare l’intimità, ma solo la predisposizione”. Con una sorta di volo pindarico (un po’ azzardato, me ne rendo conto), voglio utilizzarla come base per una riflessione: se da parte dei follower sembra non esserci questa predisposizione, come può un Brand creare un proprio pubblico fidelizzato? Come possono aiutarci i social a sviluppare questa intimità?

Beh, credo che la risposta sia, in parte, già nella vostra domanda! I social aiutano per forza di cose a sviluppare una certa “intimità” con il pubblico, in virtù di tutte le opportunità che il mezzo ci offre.

Una strategia vincente è quella di prendersi cura del cliente. Ascoltare, per poter intercettare i bisogni dell’utente e offrire, di conseguenza, ciò di cui l’utente ha bisogno.

Creare un rapporto di fiducia, un “dare/avere” duraturo nel tempo, aiutati in questo da messaggistica, mail, newsletter o altre forme di contatto.

Far vivere al singolo utente una “customer experience” di qualità, personalizzata adeguatamente per lui/lei e per le sue necessità!

Garantire una effettiva qualità del servizio/prodotto dimostrando coerenza con la mission del nostro Brand, e soprattutto parlare CON il consumatore e non AL consumatore!

Good Working è lieta di aver fatto questa bella chiacchierata con Paola Ciccarelli (che ringraziamo), consulente aziendale che ci ha aiutato a mettere in luce ancora una volta l’importanza del marketing digitale.

Social Media Consulting: parliamone con Paola Ciccarelli
5 (100%) 4 votes

Vincenzo Abate
Seguimi

Vincenzo Abate

Laureato in Filosofia e Scienze Umane, è da sempre un grande appassionato di scrittura creativa e di letteratura. Ha collaborato (e collabora) anche con diverse aziende come blogger, copywriter e social media manager. Ha pubblicato diversi libri, sia in formato cartaceo che in ebook, con diverse case editrici e anche con il servizio di autopubblicazione YouCanPrint.
Vincenzo Abate
Seguimi
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Messenger icon
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa cookie.

Altro in: Paola Ciccarelli, social media
dimensioni immagini social media
Dimensioni delle immagini per i social network 2018

Chiudi