Copywriter in crisi

Copywriter in crisi? 10 consigli per superare il blocco del copy

Non so voi, ma a me capita spesso che mi venga chiesto “che lavoro fai”. A tale quesito, propongo sempre la medesima risposta: faccio il copywriter. A quel punto vedo sempre espressioni interrogative sul volto dell’interlocutore, che senza vergogna insiste nel chiedermi “e dunque cosa fai?”.

Se la gente sapesse quanta mole di lavoro dobbiamo gestire noi poveri scribacchini del web…

Tutto dipende da noi. È merito nostro se l’attività pubblicitaria di un’azienda ottiene dei risultati, è colpa nostra se le cose vanno male. Il Copywriting è la chiave per il successo di un Brand, ma capita spesso che il copy di turno entri in un momento di profonda crisi. Un vero guaio.

Copywriter in crisi, bye bye ai contenuti

Anche se a volte si tende a dimenticarlo, il copywriter è un essere umano soggetto (ovviamente) a cambiamenti di umori e problematiche varie. La produzione dei contenuti, in particolar modo in ambito aziendale, deve essere costante e mantenere sempre un alto livello qualitativo.

Un’operazione non semplice, ma che noi copy cerchiamo di svolgere al meglio delle nostre possibilità.

Capita però il momento in cui l’ispirazione sembra volar via, assurgere a una sorta di dimensione alternativa lasciandoci sul posto col cerino in mano. Se il copywriter va in crisi, chi ci pensa alla realizzazione di contenuti? Chi può farli al posto suo?

Si tratta di un lavoro molto delicato, che richiede delle particolari competenze, ma soprattutto una naturale predisposizione all’uso delle parole. L’amore per la scrittura è il minimo comun denominatore di ogni copywriter che si rispetti.

Come superare il blocco in 10 mosse

blocco del copywriter

Appare dunque chiaro che se si ferma il copywriter si rischia di mettere in difficoltà l’intera attività di un’azienda. Ecco perché è fondamentale che il professionista di turno, entrato in questo momento di crisi, ne possa uscire al più presto possibile. L’obiettivo è quello di riprendere al più presto la produzione di contenuti, sia in termini quantitativi che qualitativi.

Prendendo spunto dalla mia esperienza personale, mi è venuta l’idea di darti 10 consigli su come superare il “blocco del copy”, se mi passi l’espressione.

#1. Stacca la spina

Senti di essere entrato in questo tunnel oscuro? Ti rendi conto di essere ai minimi storici in quanto a ispirazione? Ok, niente paura, ne puoi uscire. Il primo metodo che mi sento di consigliarti è quello di staccare un attimo, prenderti qualche momento di pace e di riflessione.

Concediti qualche ora di libertà in cui non penserai in nessun modo al tuo lavoro, alle keywords su cui dover lavorare, sulla produzione di contenuti ecc. Prenditi un momento per te, stacca la spina, recupera le energie mentali e nervose. Una volta ritrovato il tuo equilibrio le idee torneranno a fioccarti nella testa.

#2. Leggi qualche manuale

Ogni copywriter che si rispetti sa perfettamente che è impossibile fare un buon lavoro senza studiare. L’unico modo per migliorare il proprio lavoro è studiare, leggere libri e manuali scritti dai migliori professionisti del settore. In tal caso, mi permetto di consigliarti 10 libri per copywriter da cui potrai attingere innumerevoli conoscenze.

Non c’è niente di male a prendere spunto da chi ne sa più di noi. Perciò mettiti di buona lena, acquista qualche buon manuale e leggi, analizza, approfondisci. La lettura di questi libri accenderà la tua mente, rimetterà in moto la tua fantasia. Lo studio sarà come il carburante che farà ripartire la tua ispirazione sopita.

#3. Dai un’occhiata ai colleghi

Come appena detto, in giro per il web puoi trovare un gran numero di professionisti eccezionali. Molti di questi li ho conosciuti (qualcuno scrive anche su questo blog) e posso garantirti che si tratta di persone di spessore, delle vere e proprie fonti di conoscenza per quel che riguarda la creazione di contenuti.

Un copywriter in crisi può recuperare l’ispirazione perduta confrontandosi con i colleghi, dando vita a discussioni sull’argomento, mettendo a confronto le diverse strategie. Vedrai quanti nuovi spunti avrai per creare nuovamente contenuti di spessore.

Chi seguire? Visto che i professionisti più famosi li conosciamo tutti, ti consiglio di iniziare a dare un’occhiata ai 10 migliori copywriter emergenti in circolazione.

#4. Fai una ricerca sulle keywords

Una buona idea per recuperare l’ispirazione è quella di ripartire dalla base, ovvero dalle singole keywords. Fai una nuova ricerca sulle parole chiave che rientrano nell’ambito che stai trattando, troverai dei suggerimenti molto utili per pensare a nuovi contenuti.

Esistono tantissimi strumenti che puoi utilizzare per trovare e selezionare le tue keywords. Tra i tanti, il mio consiglio è quello di utilizzare sempre lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di AdWords. Lo strumento di Google garantisce una serie di risultati precisi, con indicazioni sul volume di ricerca utili per sapere quali sono le parole chiave più ricercate dagli utenti.

#5. Prendi spunto dai vecchi contenuti

Le idee non arrivano, allora per un po’ lascia perdere i nuovi contenuti e guarda a quelli che hai già scritto. Chissà, magari ridare uno sguardo a quanto pubblicato in un periodo più florido potrebbe riaccendere la tua mente. Se questo però non bastasse, puoi fare un’altra cosa con i vecchi articoli.

Con il passare del tempo, molti contenuti possono diventare datati, ovvero perdere la loro genuinità e non essere più in linea con i tempi. Alcune informazioni potrebbero essere superate. Se non ti viene in mente niente per un nuovo articolo, perché non ottimizzare uno vecchio e riproporlo in una nuova veste? Un buon contenuto è sempre utile e rappresenta un valore per l’azienda, come copy devi semplicemente attualizzarlo e riproporlo sui diversi canali.

#6. Racconta una storia

Stiamo parlando di contenuti da scrivere in ottica aziendale, ma chi dice che essi debbano mantenere sempre la medesima forma? Non ti viene in mente nulla per creare nuovi articoli sulla falsariga di quelli già pubblicati? Ok, allora cambia tutto. Cambia impostazione. Opta per una diversa forma di scrittura.

L’utilizzo del racconto rappresenta l’idea migliore per diversificare i contenuti e per creare qualcosa di nuovo. Attraverso la narrativa un’azienda può raccontare se stessa, la propria visione, la filosofia aziendale, gli obiettivi che vuole raggiungere. Si parla sempre più di Storytelling, la disciplina che ti consente di creare un rapporto empatico con gli utenti.

#7. Aiutati con il calendario editoriale

Il nostro lavoro non può essere fatto senza un minimo di organizzazione. È necessario fissare idee, obiettivi, modi, keywords… insomma, nulla deve essere lasciato al caso. Un vero professionista non si preoccupa granché dei momenti difficili perché ha già tutto impostato in maniera chiara.

Preparare un piano editoriale è un’attività primaria per il Copywriting. Con il calendario saprai già che tipo di contenuto scrivere e che tipo di taglio dare al pezzo. Anche se l’ispirazione non sarà al massimo potrai facilmente realizzare il tuo lavoro partendo dalle basi che avrai già appuntato sul tuo calendario.

#8. Osserva altri settori

Lavori e sviluppi contenuti all’interno di un settore in particolare e sei in crisi, sai che la soluzione migliore potrebbe essere al di fuori del tuo contesto? Uno degli errori più comuni commessi dai copywriter in difficoltà è restare chiusi nel proprio recinto, non guardare cosa succede tutto intorno. È un vero peccato, perché la soluzione alle nostre difficoltà è tutta intorno a noi.

Nessuno ha stabilito che se appartieni a un settore devi guardare solo lì. Getta lo sguardo oltre ogni barriera, osserva quello che viene fatto in settori completamente diversi e cerca di carpire qualche ottimo spunto per il tuo lavoro. Personalmente mi occupo di un determinato settore, ma non nascondo che a volte cerco di prendere spunto dalla folle e geniale comunicazione di Ceres.

#9. Segui i trend del momento

Altro giro, altra corsa, altro consiglio per uscire dall’impasse. Un buon copywriter non sta mai chiuso nel suo guscio ma si guarda sempre intorno, osserva, prende spunto un po’ da tutto. Se non sai cosa scrivere in un determinato periodo perché le idee scarseggiano, puoi sempre attingere dal panorama esterno.

Attenzione però, in questo caso parlo di “panorama esterno” per riferirmi alle tendenze del momento. Gli argomenti più discussi in un determinato periodo (basta dare un’occhiata ai trend di Twitter) ti permette di avere qualche idea su nuovi contenuti da scrivere. Un copywriter talentuoso è quello che riesce a trasformare un determinato argomento tramutandolo in un contenuto utile per i propri scopi.

#10. Guardati attorno

Seguendo il punto precedente, possiamo sottolineare come un copywriter bravo (e furbo) sia in grado di attingere informazioni da ogni dove. Le tendenze del momento, il lavoro degli altri, quello che fanno i Brand di settori completamente diversi ecc.

Il quadro d’insieme è quello che conta. La capacità di riuscire ad andare oltre i propri confini e ricavare idee laddove non si pensa se ne possano trovare.

Riprendi in mano il tuo lavoro

Siamo arrivati al dunque  mio caro collega/amico. Quelli che ti ho elencato sono una serie di consigli che secondo me potranno esserti utili, così come lo sono stati per me. È così che ho passato i momenti difficili, quelle mattine nere dove il maltempo e i pensieri sembrano in grado di prosciugarti completamente trasformandoti in un semi-idiota.

Quando sembra che tutto stia sfuggendo di mano, è proprio quello il momento in cui come professionista devi dare qualcosa in più. L’azienda (qualunque essa sia) si aspetta da noi risultati, perciò non possiamo permetterci di lasciarci andare.

Il nostro lavoro dipende esclusivamente dai risultati. È una presa di coscienza spietata ma, purtroppo, veritiera. Possiamo ammazzarci di fatica scrivendo articoli su articoli ma tutto ciò che conta sono i dati, i risultati, le conversioni che saremo riusciti a portare a casa. Se non abbiamo l’ispirazione, o non sappiamo come ritrovarla, sarà ancora più complicato poter raggiungere i nostri obiettivi.

Copywriting, la necessità di essere sempre sul pezzo

ll Copywriting è una disciplina complessa, anche se mai nessuno ce lo riconoscerà. Per le persone siamo solo un branco di bamboccioni che si guadagnano da vivere scrivendo articoli inutili. In realtà, sappiamo bene quanto il nostro lavoro possa essere importante per il lavoro delle aziende.

Una società che non punta sui contenuti non avrà nessuna possibilità di ottenere i risultati sperati. Posizionarsi nei primi posti delle SERP di Google, creare dei post interessanti sui canali social, lanciare campagne pubblicitarie originali, creare dei video efficaci. Tutto deve essere preparato al meglio, e tutta la responsabilità ricade su di noi.

Amiamo le parole, ne abbiamo fatto il nostro lavoro, è nostra responsabilità farle fruttare.

In conclusione

Forse mi sono dilungato un po’ troppo, ma cerca di comprendere, la cosa mi tocca personalmente. A questo punto vorrei conoscere la tua opinione in merito. Confrontiamoci sull’argomento, magari potrai aggiungere ulteriori consigli su come uscire fuori dai momenti di crisi per ampliare ancora di più questo articolo.

Scrivi un tuo commento qui sotto, ti aspetto 🙂

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
Ok, mi iscrivo!

Per maggiori informazioni consulta la nostra INFORMATIVA PRIVACY

Copywriter in crisi? 10 consigli per superare il blocco del copy
4.6 (92.73%) 11 votes

Vincenzo Abate
Seguimi

Vincenzo Abate

Laureato in Filosofia e Scienze Umane, è da sempre un grande appassionato di scrittura creativa e di letteratura. Ha collaborato (e collabora) anche con diverse aziende come blogger, copywriter e social media manager. Ha pubblicato diversi libri, sia in formato cartaceo che in ebook, con diverse case editrici e anche con il servizio di autopubblicazione YouCanPrint.
Vincenzo Abate
Seguimi
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Sito web vecchiotto o invisibile su Google?

30 MINUTI DI CONSULENZA SEO GRATIS

Inserisci i tuoi dati per richiedere un'analisi GRATUITA del tuo sito web.
OK, VOGLIO LA CONSULENZA
Prima di inviare il modulo consulta la nostra informativa privacy.
close-link
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
Ok, mi iscrivo!
close-link
Altro in: Content Marketing
Usabilità blog
Usabilità del tuo blog: 8 consigli che non puoi trascurare

Chiudi