10 consigli per confezionare testi persuasivi

10 consigli per confezionare testi persuasivi

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Esistono varie tipologie di copy, a seconda degli obiettivi che sono stati stabiliti. Le caratteristiche dei testi vengono inoltre definite anche in base al pubblico che si intende raggiungere e al canale utilizzato.

Il mantra è quello di riuscire ad essere persuasivi: bisogna convertire. Il testo perfetto per una landing page è quello che offre i migliori risultati, non necessariamente quello più elegante.

Ma spesso nel tentativo di sembrare persuasivi si ottiene l’effetto opposto, si respinge il pubblico. La rete è zeppa di pagine di vendita che presentano argomentazioni altamente discutibili.

Allora per poter evitare effetti indesiderati dei tuoi copy e per meglio riuscire a coinvolgere il tuo pubblico voglio proporti un elenco di utili do’s & don’ts.

Robert Cialdini è forse l’autore più frainteso in questo settore. Ha provato a metterci in guardia dagli imbonitori, ma è riuscito paradossalmente a motivarli.

Quando ci ha spiegato l’effetto della scarsità di risorse, non intendeva di certo spronare i marketer di tutto il mondo a spacciare le loro merci per uniche e rare.

C’è sempre qualcuno che sta prenotando il tuo volo o qualcuno che sta guardando l’ultima stanza disponibile. E ci può stare. Anche se stai prenotando con largo anticipo.

“Approfittane finché dura l’offerta”.

Non mi impressioni con le tue finte recensioni

Sto cercando un prodotto come quello che vendi su Amazon, quando inizio a leggere e recensioni.

Ah, bravo! Cinque stelle su cinque. Peccato che però sono in un italiano impresentabile, concepito nella giornata no di Google Translate.

Senza considerare che se trovi il prodotto così figo la puzza di bruciato si sente da qui…

La riprova sociale funziona, ma non se le tue bugie hanno le gambe corte.

Ok la reciprocità, ma non offrirmi cose senza valore

– Ho un regalo per te.

– Grazie, ma non so cosa farmene.

Questo mi viene da dire ogni volta che offrite cose inutili per innescare il meccanismo della reciprocità. Ogni volta che la mia attenzione viene attirata dalla parola gratis mi rendo conto del fatto che non è tutto oro ciò che luccica.

Ormai sono abbastanza smaliziato da sapere che quasi tutti i buoni sconto prevedono un acquisto almeno 5 volte superiore. E ho anche imparato che spesso punti alla mia mail: allora non mi stai facendo un regalo, ma stai proponendomi uno scambio.

Ok, lo dice la scienza. Ma cita la fonte

Ciò che mi offri mi farà stare bene, perché numerosi studi scientifici lo dimostrano. Ok, vuoi puntare sull’effetto dell’autorità, ma fai i nomi!

Se proprio non vuoi linkare le tue fonti perché cliccandole uscirei dal tuo meraviglioso imbuto, almeno cita per esteso l’autore di questi studi.

Nella mia scarsa esperienza di ricerca ho potuto comunque constatare che anche in questo settore ci sono allevatori di bufale che aggirano il metodo scientifico per gonfiare i propri profitti. Sii trasparente per permettermi di capire che non stai bluffando.

Ancora con la PNL?

Se parliamo di testi persuasivi il pensiero va subito alla PNL, la Pianificazione Neuro Linguistica, una teoria pseudoscientifica che aiuta a riprogrammare i cervelli degli allocchi per far loro acquistare corsi di sedicenti coach esperti in questa pratica.

Io direi che è ora di smetterla di chiedere testi scritti in tale ottica perché alle persone assennate fanno venire l’orticaria, sono incalzanti e irritanti.

Quindi, facciamo un favore al mondo, smettiamola di prenderci in giro con l’illusione di poter riprogrammare le persone al fine di vender loro cianfrusaglie.

Identifica le persone, quelle vere

Per calibrare i testi sui bisogni reali del tuo pubblico, devi sforzarti di comprendere chi sono queste persone.

Basta con i target e con il “grazie alla nostra esperienza trentennale nel settore”.

Identifica e studia le tue personas, e poi vai a conoscerle nella vita reale.

Verifica sul campo se la tua opinione su di loro è giusta, gli A/B test non ti spiegano le motivazioni delle persone.

Sii chiaro, ma sintetico

Al giorno d’oggi è essenziale che una landing page fornisca tutte le informazioni necessarie, ma allo stesso tempo è necessario che sia quanto più sintetica possibile.

Quindi niente giri di parole, vai dritto al punto. Evita le possibili ambiguità.

Seleziona quali sono le informazioni essenziali per concludere l’ordine o il lead, evita ogni cosa superflua. Ma fa’ in modo però che le informazioni omesse possano comunque essere trovate facilmente se richieste.

Ispira fiducia

Facile a dirsi, ma non semplice da trasmettere in un copy. Sii obiettivo, non esagerare col magnificare ciò che proponi, evita di essere autoreferenziale.

Tutti possono dire di essere l’azienda leader del mercato, il vero leader non ha bisogno di sbandierarlo.

Sii umile, ma senza svendere ciò che fai. Rendi visibile il tuo impegno e il lavoro che c’è dietro la tua offerta.

Tranquillizza le persone

Comprare online è ormai un’attività consueta, ma le resistenze si attivano ogni volta che usciamo dai ben delineati confini di portali come Amazon e Ebay.
Smussa le possibili criticità e tutto ciò che può frenare lo slancio dell’utente, minimizza i fattori ansiogeni. Rendi ben chiare le modalità di pagamento, spedizione, reso e trattamento dei dati.

Sii coerente

Per essere persuasivo, devi essere coerente. Non solo deve esserci corrispondenza tra ciò che prometti nella tua landing page e ciò che poi l’utente riceverà, ma tutto il resto della tua comunicazione deve essere coerente.

In un’ottica di esperienza multicanale e transmediale non puoi permetterti di avere un tono di voce differente tra le diverse pagine del sito e sui social. Eventuali differenze, anche le piccole sfumature, creerebbero confusione e sfiducia.

Sii te stesso, sempre (e dovunque).

Rocco Iannalfo
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Già che ci sono, voglio iscrivermi alla vostra newsletter!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.