5 errori da evitare Pagina Facebook

Pagine Facebook: 5 errori da evitare se sei un freelance

Le pagine Facebook sono spesso il punto d’arrivo di molti professionisti che, senza accorgersene, le trasformano nel peggior nemico, minando così la loro immagine e “buona” presenza.

In questo articolo vorrei dare nuova veste alle pagine, portando gli amministratori che le gestiscono ad evitare alcune cose a vantaggio della valorizzazione di una crescita più sana e consapevole.

Facebook: a volte la colpa è nostra

Prima di partire alla scoperta degli errori da evitare su una pagina Facebook, vorrei aprire una parentesi riferita alle “colpe” che erroneamente, un pò tutti, tendiamo a dare a Facebook.

Certo, questo social network non è mica facile, non è costruito per “aiutarci”, ma per essere capito. Bisogna dunque conoscerlo bene, approfonditamente e capirne le sue pecche, ma soprattutto i punti di forza. Dare a priori la colpa a Facebook per un nostro insuccesso è quasi sbagliato. Se un contenuto non è creato ad hoc per il nostro target non è colpa di Facebook.

Per superare i limiti del mezzo e i nostri bisogna certamente comprendere in cosa stiamo sbagliando. Prima lo faremo e prima le dovute correzioni non potranno che giovare e garantirci ciò che meritiamo.

Freelance, 5 errori da evitare

pagina facebook 5 errori da evitare

Sì, io e te abbiamo commesso degli errori su Facebook e negarlo sarebbe semplice, ma poco costruttivo. Commettere errori ci rende umani, ma anche parecchio esperti. Sbagliare significa averci provato, aver testato, aver fallito per poi, si spera, aver appreso per migliorare.

Un professionista che vive nel mondo digitale non può fare a meno di sbagliare e riconoscere di averlo fatto. Si tratta sicuramente di stimoli importanti nell’era del “tutto è facile” atti a favorire il rafforzamento delle capacità professionali. In effetti negli errori c’è tanto di buono: ci consentono di crescere per essere più forti.

In base alla mia esperienza (di freelance) e di consulente ho potuto individuare alcuni errori che, se evitati, potrebbero garantirti una gestione delle pagine Facebook nettamente migliore ed un’esperienza sicuramente positiva.

Di seguito ti propongo le 5 cose da evitare per raggiungere risultati migliori.

Errore 1: sottovalutare una pagina

Sottovalutare qualcosa è di per sé deleterio. Come detto, se non ci si prova, come si può dire che “a me non serve una pagina” o “tanto Facebook non funziona”?

Inoltre, non puoi usare unicamente il tuo profilo personale, qualsiasi sia l’attività che svolgi. Anche come freelance è consigliabile usare le pagine perché dotate di funzioni e strumenti efficaci, maggiormente indicati ai lavoratori.

Errore 2: mescolare amici e parenti al proprio target

Sia nella fase di creazione che in quella successiva ti sarà capitato di invitare un pò a caso le persone. Invitarle a mettere il “Mi piace” per fare numero e poi vantarsene.

Inserire chiunque nella propria pagina potrebbe invece portarti un sacco di problemi: potresti trovarti a interfacciarti con amici e parenti (puoi invece farlo sul profilo personale) rischiando così di perdere tempo e risorse in quanto, difficilmente, chi ti conosce è in linea col target fissato.

Compi sempre una scelta, seleziona con cura chi invitare e non dovrai poi passare il tuo tempo a lottare per rimuovere gente non in target.

Errore 3: usare “Mettere in evidenza”

Facebook non perde occasione di suggerirci quando e perché mettere in evidenza un post. Ovunque vedrai il pulsante “Metti in evidenza” ed anche se la tentazione è molta devi cercare di trattenerti, almeno per due motivi validi.

In primis Facebook non sa realmente se quel contenuto deve essere promosso e se è funzionale al raggiungimento dell’obiettivo previsto dalla tua strategia.

In secondo luogo, premendo “Metti in evidenza”, ti troverai ad avviare una campagna a pagamento che non ha le caratteristiche giuste ed i dovuti filtri. Le campagne devono sempre essere ben strutturate e create con la dovuta attenzione evitando di scegliere quelle del “Metti in evidenza” precompilate.

Errore 4: sovrabbondanza di post

La frequenza di pubblicazione è il problema centrale e domina (quasi) tutte le domande che mi vengono poste.

Non esistono regole standard poiché ogni strategia ha la propria frequenza di pubblicazione derivante da test e dati che puoi trovare negli Insights di Facebook.

Pubblicare troppo e ottenere poco è sbagliato, pubblicare poco ed ottenere poco è peggio, pubblicare il giusto ed ottenere molto è l’ideale.

Inoltre, la frequenza di pubblicazione non è l’unico problema che intimorisce gli amministratori. La questione è molto più ampia e richiede un’adeguata analisi. Nel mio nuovo libro “Facebook per Freelance”, in vendita su Amazon, ho provato a rispondere con indicazioni precise su come creare un piano editoriale efficace, ma anche su come scegliere la frequenza di pubblicazione e gli argomenti da trattare inseriti nel calendario editoriale.

Errore 5: non avere pazienza

Chi non ha mai desiderato di avere tutto e subito? L’eccesso di desiderio può portare alla mancanza di pazienza.

Desiderare a tutti i costi un risultato ci fa dimenticare che nella maggior parte dei casi è il tempo la chiave del successo. La delusione è dietro l’angolo, ma con il tempo ogni scopo potrà essere raggiunto.

Il consiglio migliore che posso darti è quello di avere pazienza. L’esperienza, la conoscenza avanzata del pubblico, saranno a tuo favore e cresceranno con l’avanzare delle settimane e dei mesi. Non sperare di ottenere immediatamente un cliente perché ci vuole lavoro, impegno, dedizione e rispetto delle tempistiche. Non pensare che “butto dentro a Facebook Ads 10 euro al giorno” ed il gioco è fatto perché questo non ti assicura visibilità e il reale raggiungimento di uno scopo.

Pondera le scelte, approfondisci la conoscenza con lo strumento e datti il tempo che meriti.

Conclusioni

In questo articolo ti ho fornito 5 errori da evitare se sei un freelance e vuoi ottimizzare il lavoro sulle pagine Facebook. Gli errori sono i “maestri” di noi professionisti che desideriamo il meglio e strumenti validi per avvicinarci a chi crede in noi.

Sul mio nuovo eBook in vendita su Amazon trovi molti aspetti legati alle pagine ed al lavoro che un freelance può fare per renderle un terreno fertile di contatti e visibilità. Spero di esserti stata utile; sei invitato a fare un giro sulla mia pagina Facebook ed approfondire il mondo social sul mio canale Telegram.

 

Ringraziamo Marta Pellizzi  (www.martapellizzi.it) per l’ottimo articolo.

Giuseppe Barbagallo

Giuseppe Barbagallo

SEO Specialist e Co-Founder della web agency Good Working. Appassionato di informatica e tecnologia sin dai tempi del seggiolone. Si occupa di SEO e Web Design, soprattutto (e non solo) nel settore sportivo.
Giuseppe Barbagallo
Pagine Facebook: 5 errori da evitare se sei un freelance ultima modifica: 2017-09-27T10:00:06+00:00 da Giuseppe Barbagallo

Iscriviti alla Newsletter!

Niente spam e niente promozioni. Solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Ci stai?
Ok, mi iscrivo!
close-link