mondo informatico

Occupazione nel mondo informatico: formazione e continuo aggiornamento

Le varietà delle professioni operanti nel settore informatico è sempre più grande e col passare del tempo, in relazione all’arrivo di tecnologie, queste cambiano e si evolvono per stare al passo con le esigenze del mercato del lavoro. Qualunque azienda si avvale della tecnologia informatica negli settori più disparati e diversi: marketing, vendite, logistica, ricerca, progettazione, nella finanza e la lista potrebbe essere ancora lunga. Si tratta comunque di professioni altamente specializzate e per cui è fondamentale portare a termine un percorso di formazione adeguato e spesso molto impegnativo. Un esempio chiaro è quello degli sviluppatori, sicuramente una delle figure più richieste. Seguendo i corsi di formazione sulla programmazione tramite aulab.it o in una delle tante scuole presenti sul territorio, è possibile arrivare a costruire le proprie competenze, che vanno dal coding, alla progettazione dell’architettura, all’implementazione al testing, per potersi dedicare allo sviluppo di software e applicativi informatici.

All’interno della categoria troviamo figure ancora più specializzate come i programmatori front-end e quelli back-end, o gli esperti UX. Altri ancora invece si occupano dello sviluppo di pagine web. 

Spostandoci invece sul lato dell’amministrazione nel senso più ampio possibile, troviamo tutta una serie di figure che si occupano della manutenzione dei sistemi informatici, dell’assistenza e supporto a livello tecnico, ma anche di gestione e amministrazione dei database e delle reti.

Un aspetto direttamente collegato a questi ultimi passati in rassegna è quello della sicurezza dei sistemi informatici con controllo degli accessi alle reti, sia a livello locale che in ambito più esteso e allargato. Fondamentale anche l’apporto di quelle figure che si occupano del salvataggio e del recupero dei dati. 

Ambiti occupazionali

Le aziende che assumono di più in quest’ambito sono quelle che ricercano figure altamente specializzate in servizi informatici, sia software che hardware. Si va dalle multinazionali alle piccole software house che magari operano nel campo della gestione e controllo dei data center. 

Altra fetta di mercato in cui c’è molta richiesta di figure del genere è quello legato al mondo del gaming o nell’ambito di quelle aziende che offrono servizi online che vanno dalla creazione e la gestione dei motori di ricerca, dei network in ambito social, la gestione della posta elettronica e l’implementazione dei sistemi pubblicitari. 

Ci sono infine quelle aziende che hanno il compito di controllare e di gestire grandi quantità di dati e che quindi hanno la necessità di utilizzare i sistemi informatici in maniera massiccia. Parliamo di banche, gruppi industriali, aziende sanitarie o enti statali. I team di informatici in questi ambienti sono decisamente consistenti con chiara tendenza all’allargamento dei propri ranghi.   

Nuove frontiere

La rivoluzione tecnologica ha influenzato e cambiato le nostre abitudini quotidiane in maniera molto profonda, e l’informatica è parte fondante di essa. Internet ha dato il via allo stravolgimento di tantissime attività che prima venivano svolte in maniera decisamente differente, e ha fatto nascere nuovi mondi sfruttando la sua capacità di entrare nelle case di qualsiasi utente in giro per il mondo. Si pensi all’e-commerce o al fenomeno costituito dai social media. Rimanere al passo è fondamentale, soprattutto perché l’innovazione corre spedita e per questo le nuove competenze sono e saranno sempre richieste. Le prospettive di carriera nel settore informatico, proprio in virtù dello sviluppo di nuove tecnologie e applicativi, sono decisamente buone. Per rimanere al passo, chi opera già in questo settore, deve avere un grossa propensione all’aggiornamento e alla formazione continua, ma soprattutto avere la voglia di ampliare le proprie competenze,  per poter rendere ancora più consistente il proprio bagaglio tecnico e allargare gli orizzonti a livello occupazionale, per essere pronto ad assecondare l’evoluzione tecnologica e soddisfare le richieste del mercato del lavoro. 

L’informatica negli altri paesi

Se andiamo a fare un confronto con gli altri paesi europei ma non solo, scopriremo tutta una serie di differenze molto interessanti. Possiamo dire con certezza che la nostra base formativa è di altissimo livello e non ha nulla da invidiare a quella di realtà che nell’immaginario collettivo risultano più rinomate o all’avanguardia. Quello che cambia sono gli scenari legati all’inserimento nel mondo del lavoro in questo ambito. La tendenza conferma quello che già si era intuito da parecchi anni, ossia che nei paesi stranieri, in linea generale, la figura dell’informatico risulta senz’altro più valorizzata. In Germania, ma anche in Francia, in Gran Bretagna e in Russia, il mercato del lavoro che ruota attorno alle occupazioni informatiche è sì molto competitivo, ma allo stesso tempo è anche accompagnato da condizioni economiche più allettanti, sia all’inizio della propria carriera, sia in fase di avanzamento. Spesso gli studenti universitari o neolaureati sono spinti a lasciare la penisola per rifugiarsi in realtà in grado di offrire prospettive ben diverse da quelle a disposizione dalle nostre parti. E sono davvero tante le realtà che permettono di iniziare il proprio percorso di dottorato, ad esempio in Austria, dove è presente un polo ai primi posti nel mondo per ciò che concerne l’innovazione, ma anche nella già citate Germania e Francia. In Svizzera, a Losanna e a Zurigo ci sono due aree industriali di ricerca molto importanti.

Da noi si procede a macchia di leopardo con differenza anche piuttosto sostanziali tra mercato e opportunità al nord e al sud del paese, ma questo è soltanto una conferma del divario cronico che esiste tra settentrione e meridione. I recenti investimenti di alcuni colossi nel nostro paese ha dato un piccolo ma significativo segnale che lascia ben sperare per gli sviluppi futuri. La battaglia si gioca nella creazione di centri di competenza, di veri e proprio poli che riescano ad attrarre gli investimenti di altre grandi aziende. Come spesso si dice, giocare di squadra potrà avere effetti positivi per tutto il sistema.  

Le nuove sfide dell’informatica sono quelle che imporranno di dare risposte alle esigenze sempre nuove del mercato per migliorare la vita delle persone e le condizioni e le potenzialità del settore produttivo. Per farlo non basterà il saper fare, ma entreranno in gioco il saper leggere e interpretare queste spinte, per riuscire a trovare soluzioni con creatività e competenza.

Good Working
Seguici
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Già che ci sono, voglio iscrivermi alla vostra newsletter!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.