I migliori tool per gestire i tuoi profili social

I migliori tool per gestire i tuoi profili social

Che tu sia un libero professionista, una web agency o un appassionato che, per diletto o per lavoro, condividi molti contenuti sui social network sai quanto sia fondamentale organizzare le varie pubblicazioni.

Per rispondere a questa necessità esistono numerosi tool utili per gestire i profili social.

Ne abbiamo individuati 11, ciascuno dei quali si contraddistingue per le funzionalità, i costi, l’integrazione con altri strumenti o la capacità di rispondere a precise necessità. Ogni piattaforma social ha le sue peculiarità e caratteristiche e, specialmente quando si devono gestire tanti profili e comunicazioni social contemporaneamente, poter contare su degli strumenti utili a migliorare l’organizzazione del lavoro è quanto di più importante si possa trovare.

L’importanza di gestire i social

La condivisione di un post, di una storia, di un reel o di qualsiasi altro contenuto su un social network è solo l’ultimo step di una strategia digitale ben definita. Questo significa, innanzitutto, che (salvo casi eccezionali) non si improvvisa ma si progetta e programma. Per chi si occupa di social media marketing l’organizzazione del lavoro è fondamentale per non inseguire scadenze ed evitare, presi dalla fretta, di commettere errori.

Parallelamente la condivisione sui profili social, rispettando le peculiarità di ogni piattaforma, è sì l’ultimo step dell’ideazione di quel contenuto, ma non l’ultimo della strategia di marketing. Questo perché il contenuto, una volta condiviso, deve essere monitorato per capire se e quanto sta funzionando. Ecco, molti dei tool per gestire i profili social offrono anche funzioni di questo tipo. Anche per questo motivo la scelta tra un tool e l’altro non è poi così scontata.

12 tool tra cui scegliere per gestire i profili social

Tra le tante soluzioni cui è possibile fare riferimento abbiamo selezionato ben 12 differenti tool per gestire i principali profili social (Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, YouTube, TikTok, eccetera) privati o aziendali. La scelta, ovviamente, va effettuata pesando i costi e le funzionalità di ciascuno strumento. Non sempre il tool più completo e professionale è il più performante per ciascuna realtà; sia perché potrebbe avere un costo non conveniente sia perché magari non tutte le funzionalità verrebbero utilizzate o, ancora, ne ha tantissime ma manca quella che per il tuo lavoro si rivelerebbe la più utile. Ecco perché conoscere più alternative ti permette di fare una valutazione migliore. I 12 tool per gestire i profili social da prendere in considerazione sono:

  • PostPickr;
  • SocialPilot;
  • Hootsuite;
  • SproutSocial;
  • Sked Social;
  • Zoho;
  • Onlypult;
  • MeetEdgar;
  • Loomfy;
  • Buffer;
  • Sendible;
  • Crowdfire.

#1 PostPickr

Il primo tool che vogliamo prendere in considerazione è PostPickr, una realtà completamente italiana e che offre numerose funzionalità e caratteristiche davvero interessanti. Parliamo di uno strumento rivolto a freelance, editor, aziende, e-commerce e tutti coloro che, gestendo più profili social, hanno bisogno di uno strumento agile, pratico e affidabile. PostPickr ha dalla sua la capacità non solo di assicurare una pubblicazione multipiattaforma ma di offrire un approccio progettuale innovativo e completo diverso da tutti gli altri in modo non solo da automatizzare la programmazione dei post, ma anche di migliorarla. Tra le principali funzionalità Postpickr offre l’editor dei post, il calendario editoriale e gli strumenti di analitycs. Sono disponibili tre diversi abbonamenti tra cui uno completamente gratuito.

#2 SocialPilot

Il primo tool per la gestione dei profili social da cui partire è SocialPilot. È una soluzione ideale per i piccoli team di lavoro perché a differenza di molti altri tool, SocialPilot consente già a partire dal piano base (Small Team) di inserire fino a tre diversi utenti che possano accedere alla piattaforma. Tra i vantaggi di questo tool c’è la possibilità di gestire fino a 10 account social (tra i quali anche Pinterest e Google My Business) e che ha tra le sue funzionalità quella del calendario editoriale, del feed RSS, di analytics da analizzare e una gestione centralizzata sia dei messaggi che dei commenti.

#3 Hootsuite

Hootsuite è probabilmente uno dei più popolari tool non solo per la programmazione dei contenuti sui profili social. Ciò che infatti rende Hootsuite particolarmente valido è la presenza di strumenti di monitoraggio e funzionalità che consentono di analizzare le tendenze e l’engagement con il proprio pubblico. È inoltre un tool che si integra con più di 20 social network e che mette a disposizione anche un piano gratuito.

#4 SproutSocial

È considerato uno dei migliori tool in assoluto per la gestione dei profili social. Parliamo di SproutSocial, uno strumento che si contraddistingue per una dashboard davvero fantastica per la gestione simultanea di tutti i profili social e dagli strumenti di analisi di ciascun contenuto condiviso. Tra gli elementi caratteristici è da segnalare la funzione di analisi e report che consente di valutare il ROI di ogni investimento e la presenza di strumenti per l’ottimizzazione dei contenuti sui social.

#5 Sked Social

Se stai cercando uno strumento utile ed efficace per la programmazione dei post sui tuoi profili Sked Social è probabilmente quello che fa per te. Tra le principali caratteristiche e funzionalità di questo tool troviamo la presenza di un calendario editoriale, la presenza di un’app mobile (disponibile sia per Android che per iOS), l’accesso a report avanzati per ottenere quante più informazioni possibili sull’andamento dei post e la presenza di un particolare sistema (Visual Planner) che offre un approccio visivo alla pianificazione del feed.

#6 Zoho

Se stai cercando uno strumento all-in-one Zoho è probabilmente quello che fa per te. Oltre all’aspetto prettamente social, infatti, Zoho, offre anche un CRM con il quale gestire e organizzare progetti, email e contabilità. Tutto in un unico strumento. Sul fronte social network, inoltre, Zoho permette di pianificare al meglio le varie condivisioni, prevede un’integrazione con Bitly per accorciare gli URL e prevede, sebbene con funzionalità limitate, anche la presenza di un piano gratuito.

#7 Onlypult

Per la gestione simultanea di più profili social Onlyput è una valida alternativa che si contraddistingue per un’interfaccia grafica semplice da utilizzare. Rispetto ad altri tool ha un costo mensile molto basso e tra i suoi punti di forza c’è la presenza di un calendario editoriale ben fatto, le funzioni di suggerimenti per gli hastag, la presenza di strumenti di analisi e la possibilità di controllare e gestire tutto da mobile grazie all’applicazione dedicata da installare sul proprio smartphone.

#8 MeetEdgar

Un’alternativa molto interessante, specialmente in termini di automazione, è MeetEdgar. In questo caso abbiamo un tool superlativo nella pianificazione dei contenuti. MeetEdgar, infatti, propone un’estensione per il browser che permette di creare post da condividere partendo da categorie di interesse preimpostate. In questo modo si riesce a sviluppare una pianificazione ancora più semplice e rapida. Sono inoltre presenti funzionalità per l’analisi dei dati e del coinvolgimento degli utenti.

#9 Loomly

Per i team più numerosi Loomly rappresenta una soluzione molto vantaggiosa; su ogni progetto possono infatti collaborare fino a 30  utenti differenti. Loomly consente una pratica gestione e ottimizzazione dei contenuti sui social e dispone anche di utili funzionalità per definire il target del proprio pubblico, analizzare i dati e pubblicare un numero infinito di contenuti.

10 Buffer

Tra i tool con piani più economici troviamo Buffer, una soluzione che prevede inoltre anche l’accesso a un piano gratuito. Buffer è un tool ideale per le piccole realtà in quanto si concentra sull’essenziale e lo propone in maniera semplice e pratica. Oltre alla possibilità di pianificare i post sulle varie piattaforme Buffer consente di ottimizzare tag, hastag e menzioni, così come di accedere sia a un’applicazione mobile che a un’estensione del browser per avere una gestione sempre puntuale della propria strategia social.

#11 Sendible

Con Sendible si ha uno dei migliori tool per gestire i profili social in termini di integrazione. Oltre a integrarsi con i principali social network, infatti, Sendible lavora parallelamente anche con WordPress, Google Analytics, Canva, Google Drive e molti altri strumenti. La programmazione e la pianificazione dei contenuti social è qui una parte dell’intera strategia di comunicazione che si sta adottando e che è possibile gestire in maniera eccellente e capace di migliorare le performance del tuo lavoro.

#12 Crowdfire

Concludiamo questa nostra rassegna dei migliori tool per la gestione dei profili social parlando di Crowdfire. In questo caso abbiamo un social media management molto pratico che, oltre alle tradizionali funzioni di  programmazione dei contenuti, Crowdfire permette di sfruttare una funzione per la personalizzazione automatica dei post in base alla piattaforma social sulla quale andrà pubblicato. Inoltre Crowdfre mette a disposizione strumenti di analytics, miglioramento delle immagini, feed RSS e tanti altri strumenti per migliorare la qualità del tuo lavoro online.

Good Working
Seguici
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Già che ci sono, voglio iscrivermi alla vostra newsletter!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link