Web Marketing per PMI

Web Marketing per PMI: come le piccole e medie imprese possono conquistare internet

Puoi sbizzarrirti quanto vuoi con ricerche di mercato e analisi fatte ad hoc, ma alla fine giungerai sempre alla medesima conclusione. Il digitale è la vetrina necessaria per l’attività di professionisti e aziende, l’unica strada per raggiungere grandi risultati e ampliare il proprio volume d’affari. Non solo i grandi marchi, sono soprattutto le piccole e medie imprese (PMI) a dover necessariamente utilizzare strumenti di marketing digitale.

Web Marketing per PMI: la nuova era digitale

Di qualunque tipo di azienda si tratti, ormai non si può più pensare di raggiungere grandi risultati attraverso le classiche forme del marketing. È necessario che chi si occupa della visibilità di un Brand conosca gli strumenti utili per poter creare e definire una presenza digitale forte. Ecco perché si parla sempre più spesso di Web Marketing.

Oltre alle grandi aziende, che abbracciano il digitale per conquistare porzioni sempre più generose di traffico in entrata, sono soprattutto le PMI a doversi mettere al lavoro su internet per far decollare la propria attività. Le piccole e medie imprese rappresentano, nel nostro paese, un tesoro inestimabile. Le PMI italiane infatti incidono fortemente sulla crescita dell’Italia, con un tasso di sviluppo ben più elevato rispetto ad altre nazioni europee.

Questo tessuto nostrano composto da piccoli e coraggiosi imprenditori ha compreso, ben prima dei dirimpettai al di là delle Alpi, la necessità di conquistarsi una buona posizione all’interno del panorama digitale. Essere presenti (e ben posizionati) sul motore di ricerca è lo scopo principale su cui impostare un’intera strategia di marketing online.

7 tasselli base per fare Web Marketing per piccole e medie imprese

Siamo nel 2018, e pensare di poter ottenere grandi risultati senza gli strumenti digitali è un grave errore di valutazione. Internet è la nuova frontiera, l’universo in cui un’azienda può finalmente avvicinarsi al proprio pubblico, interagire con esso, creare rapporti reali e duraturi nel tempo. Grazie a un piano di marketing ben congegnato, un Brand sarà finalmente in grado di crescere e di ottenere un volume di traffico ben più sostanzioso.

Un maggior traffico qualificato (ovvero l’arrivo di persone potenzialmente interessate ai servizi proposti dall’azienda di turno) aumenta a dismisura la possibilità di concludere maggiori affari e di ottenere guadagni più corposi.

È dunque il momento di ripensare al modo stesso di gestire un’attività, definendo una comunicazione aziendale più in linea con i tempi odierni e in grado di andare incontro alle esigenze degli utenti. Di seguito consigliamo le soluzioni adatte per definire una presenza digitale forte.

#1. Sito web

Il primo elemento necessario per essere presenti su internet è, come appare fin troppo ovvio, il sito web. Le PMI di oggi devono incentrare il fulcro della propria attività sviluppando una vetrina. In essa dovranno essere inseriti vari elementi, come le informazioni sull’azienda, la lista dei prodotti e/o servizi, i contatti per inviare comunicazioni, informazioni varie ecc.

Senza un sito è difficile poter costruire una personalità nel mondo digitale. Il sito web sarà il biglietto da visita della PMI, perciò esso dovrà essere curato in ogni minimo dettaglio, dovrà essere funzionale (garantire agli utenti un’ottimale web usability) e soprattutto rapido, snello e sicuro. Per abbattere i tempi di caricamento delle pagine del sito sarà necessario acquistare un servizio di hosting di qualità e che includa anche il protocollo HTTPS richiesto da Google per definire l’affidabilità di un sito.

#2. Blog

Il sito web è una vetrina che, nel suo essere statico, non ti permette di stringere rapporti con le persone. Chi naviga sul web può gironzolare sul sito per valutare i servizi, ma non sarà spinto a interagire. Ecco perché è consigliabile (per non dire necessario) affiancare al sito anche un blog aziendale.

Un blog è come un diario online che l’azienda utilizza per diffondere contenuti, materiale utile, informazioni sul proprio settore di riferimento. Con il blog la comunicazione passa dall’essere univoca a scambievole, con gli utenti che avranno la possibilità di interagire così con l’azienda stessa. Si tratta di un’ottima soluzione per creare e definire un rapporto reale e concreto tra il Brand e le persone.

Approfondisci questo punto, leggi quali sono le differenze tra sito e blog.

#3. SEO

Quando parliamo di attività digitale (soprattutto in riferimento al mondo delle imprese) non si può fare a meno di parlare dell’ottimizzazione SEO. Ogni elemento del sito web (così come del blog) dovrà essere ottimizzato a seconda di quelle che sono le regole e i criteri impostati da Google. Non basta vivere di sola indicizzazione, per far crescere la propria azienda è necessario ottenere un posizionamento SEO degno di tal nome.

Quando uso l’espressione “degno di tal nome”, indico la prima pagina del motore di ricerca. Se riuscirai a piazzare i tuoi contenuti (a seconda delle query di ricerca) nella prima pagina di Google, allora il traffico in arrivo sarà notevole. Se invece resterai indietro nelle SERP, finirà che gran parte dei tuoi potenziali clienti andrà alla concorrenza che avrà lavorato meglio di te.

#4. SEM

La SEO è un tipo di attività che può essere svolta in maniera totalmente gratuita, in cui la qualità del professionista di turno fa la differenza. Oltre a questa, però, esiste un’altra “disciplina” necessaria per il lavoro delle PMI: la SEM, ovvero Search Engine Optimization. Con questo tipo di attività, l’azienda potrà creare degli annunci pubblicitari che compariranno sul motore di ricerca prima dei risultati organici.

Grazie allo strumento AdWords, messo a disposizione da Google e che può essere utilizzato gratuitamente, sarà possibile creare gruppi di annunci. Questi annunci compariranno nei risultati di ricerca quando gli utenti inseriranno come parole chiave che avrai selezionato nelle impostazioni della campagna. Si tratta di un lavoro che necessità di un budget stabilito, che verrà speso per ogni singolo click ottenuto.

Per saperne di più, leggi come personalizzare gli annunci AdWords.

#5. Social Media

La pubblicità online non si fa solo sul motore di ricerca. Sul web vi sono infatti altri strumenti che permettono di creare campagne pubblicitarie in grado di avvicinare le persone: parlo ovviamente dei Social Media. Se navighi in maniera continua sul web, sarai a conoscenza del fatto che esistono tanti diversi social network, ognuno di essi utile per una determinata attività e per uno specifico obiettivo.

Facebook è il leader della categoria, e permette alla PMI di creare una pagina aziendale su cui sviluppare e gestire inserzioni pubblicitarie. Lo strumento ti consente poi di analizzare tutti i diversi risultati tramite gli Insights. Oltre al social di Zuckerberg, esistono tante altre piattaforme come Instagram, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Telegram ecc. Ognuno di essi può aiutare l’azienda a raggiungere gli utenti in target.

Qual è il social adatto per il tuo lavoro? Alcuni consigli per scegliere il Social Media giusto per te.

#6. Local Marketing

Molte attività necessitano di un tipo di lavoro ben particolare. Diverse attività vogliono mettere in mostra l’aspetto territoriale, al fine di aumentare le vendite e le entrate all’interno della propria zone di appartenenza. Un’azienda che decide di lavorare anche in questo senso, deve strutturare una strategia di Local Marketing, con l’obiettivo di diventare la prima opzione per chi transita dalla zona di appartenenza.

Può essere un’ottima opportunità per un’azienda che ha appena iniziato l’attività e che desidera diventare un punto di riferimento della propria regione, oltre che dell’intero territorio nazionale. In questo modo, la sede fisica dell’azienda diventa il fulcro centrale dell’intero business.

Imposta la tua strategia di Local Marketing utilizzando lo strumento Google My Business.

#7. E-Mail Marketing

L’utilizzo della posta elettronica è sempre un’ottima soluzione per una PMI. Attraverso l’invio periodico di newsletter puoi informare i tuoi clienti, aggiornarli su nuovi sconti e promozioni. Non solo, con le comunicazioni mail si può anche pensare di sviluppare soluzioni ad hoc per il singolo cliente, andando così incontro alle sue esigenze.

Negli ultimi anni, infatti, si sta sempre più sviluppando un metodo che vede le aziende proporre delle offerte personalizzate per ogni singolo cliente, partendo dalla base delle informazioni in proprio possesso prese da un attento e continuo lavoro di analisi. Se avrai la capacità di conoscere i tuoi clienti, avrai ancora più possibilità che essi non ti abbandonino e che portino altri utenti verso il tuo Brand.

Il futuro del Web Marketing sta nella personalizzazione dell’offerta.

Piccole e medie imprese, il momento per investire

Le piccole e medie imprese italiane continuano a crescere, soprattutto grazie alla definitiva presa di coscienza dell’aspetto fondamentale del web. Attraverso internet, le PMI sono in grado di far sentire la propria voce e di accorciare le distanze tra il Brand e il pubblico. La diminuzione di questa distanza è con ogni probabilità la chiave di volta per poter ottenere grandi risultati. Più un’azienda riuscirà a parlare il linguaggio dei suoi clienti, più il suo volume d’affari è destinato a crescere.

Per poter però ottenere i risultati di cui sopra, è necessario sapere dove questi utenti navigano e cercano servizi e soluzioni. Una volta individuato tali canali, ecco che sarà possibile iniziare a investire per la pubblicità su internet. La necessità di investire sta proprio nel fatto che il momento è propizio, il paese è in crescita e gli italiani hanno ormai metabolizzato il modus operandi di acquistare online beni e servizi.

Nel segno dell’industria 4.0

L’evoluzione del web e delle tecnologie sta trasformando la nostra società, portando tutti noi verso una realtà molto diversa rispetto a qualche anno fa. Una rivoluzione che poggia le basi su concetti come intelligenza artificiale, sistemi sempre più automatizzati e nuovi strumenti in grado di svolgere diversi lavori. Allo stesso tempo, anche il mondo digitale segue questi cambiamenti fornendo ai marketer strumenti sempre più evoluti.

Siamo nel pieno di un periodo storico che è già stato ribattezzato come quarta rivoluzione industriale, il momento in cui le aziende hanno l’opportunità (e il dovere) di stravolgere la propria identità, diventando così a pieno diritto un’impresa 4.0.

Abbracciare l’innovazione per fare un passo in avanti, evolvere la propria attività per tracciare un solco nei confronti di un passato che ormai non può più garantire i risultati di un tempo.

Per concludere

Le PMI sono il motore dell’Italia, un intero tessuto che abbraccia l’intera penisola e che smuove gran parte dell’economia nazionale. Per continuare questa crescita, le piccole e medie imprese hanno però il dovere di evolvere il proprio lavoro e il loro modo di comunicare. Definire una strategia di Web Marketing aiuta le imprese a definire la propria immagine aziendale, a stare al passo coi tempi e a non farsi schiacciare dai grandi gruppi.

Per fare un lavoro ottimale è necessario avere particolari competenze, perciò quello che ti consigliamo di fare è innanzitutto trovare un corso Web Marketing di qualità, per poi approfondire i diversi aspetti con qualche manuale di grande valore. A tal proposito, ti suggeriamo di leggere il libro di Miriam Bertoli.

Sei pronto a iniziare la tua avventura digitale?

Web Marketing per PMI: come le piccole e medie imprese possono conquistare internet
4.5 (90%) 8 votes

Vincenzo Abate
Seguimi

Vincenzo Abate

Laureato in Filosofia e Scienze Umane, è da sempre un grande appassionato di scrittura creativa e di letteratura. Ha collaborato (e collabora) anche con diverse aziende come blogger, copywriter e social media manager. Ha pubblicato diversi libri, sia in formato cartaceo che in ebook, con diverse case editrici e anche con il servizio di autopubblicazione YouCanPrint.
Vincenzo Abate
Seguimi
4 Commenti
  • Avatar for Miriam Bertoli
    Posted at 8:25, 19 maggio 2018

    Grazie Vincenzo per la segnalazione del mio libro!

  • Avatar for Matteo
    Matteo
    Rispondi
    Posted at 16:04, 28 settembre 2018

    Grazie per gli spunti e per il bell’articolo.
    Segnalo inoltre un social network italiano per promuovere la propria attività: Coobiz.

    • Avatar for Giuseppe Barbagallo
      Posted at 18:29, 28 settembre 2018

      Ciao Matteo, grazie mille per il tuo suggerimento. Felici che l’articolo sia stato di tuo interesse. Buona serata 🙂

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Messenger icon
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa cookie.

Ehi, potrebbe interessarti anche...
Chat Facebook Messenger
Come installare la Chat Facebook Messenger con Chatbot

Chiudi