7 tool indispensabili per il lavoro dei copywriter

7 tool indispensabili per il lavoro dei copywriter

Ti stai affacciando alle professioni digitali e sei particolarmente orientato verso la creazione di contenuti? Prima di darti il mio benvenuto in questo importante (anche se spesso bistrattato) club, permettimi di fornirti qualche suggerimento in merito ad alcuni strumenti utili… ma che dico, essenziali per il lavoro dei copywriter.

Ti consiglio di leggere con attenzione, grazie a questi tool, potrai sviluppare un lavoro di grande qualità.

Perché i copywriter devono usare software online

Prima di elencarti gli strumenti che ritengo essenziali per il lavoro di copywriting, permettimi di fare una breve introduzione per sottolineare l’importanza dei tool online.

Il lavoro dei copywriter non può essere ritenuto “libero”, pur facendo parte di quella ristretta schiera di professioni digitali in cui c’è ancora un po’ di spazio per la creatività (come accade per esempio per il web design). Al di là di questa considerazione, bisogna puntualizzare che chi si occupa di produrre contenuti per il web (in particolar modo se di una realtà aziendale) deve essere in grado di misurare i risultati del proprio operato.

Non è una commissione di professori a stabilire la qualità del nostro lavoro, ma Google e i suoi strumenti. I contenuti devono incidere positivamente sul tasso di conversione, altrimenti tutto lo sforzo profuso sarà ritenuto vano, una gran bella seccatura per chi ha impiegato ore e ore nel creare testi di buona fattura.

Tenendo dunque conto della misurabilità del proprio lavoro, appare più che evidente quanto sia utopistico pensare di poter lavorare a briglie sciolte, basandosi solo sulla propria ispirazione e non seguendo le direttive indicate da tutta quella serie di strumenti digitali che ci aiutano a comprendere quello che il motore di ricerca vuole per premiare i nostri contenuti (premiare, ovvero posizionarli in prima pagina nei risultati di ricerca).

I migliori tool per copywriter

Se dovessimo elencare tutti i tool che si possono trovare online, non basterebbero dieci pagine. Per evitare di annoiarti con liste infinite, ho deciso di segnalarti solo 7 strumenti che, per la mia esperienza, devono essere conosciuti da un copywriter professionista.

#1 Ubersuggest & Answer the public

No, non si tratta di un unico strumento con un nome lungo. Sono due tool utilissimi per il lavoro dei copywriter, perché grazie a essi puoi scoprire le parole chiave da usare per i tuoi articoli e anche i titoli su cui puntare. Ubersuggest ti fornisce i termini di ricerca e le relative correlate, mentre Answer the public ti indica quali sono i titoli più utili in merito a una parola chiave centrale. Utilizzando i due strumenti in tandem, avrai tanti consigli di prima mano sul tipo di contenuto da creare e sulle parole chiave da inserire.

Approfondimento: scopri come funzionano Answer the public e Ubersuggest.

#2 Screaming Frog SEO Spider

Chi si occupa di Copywrting ha una grande responsabilità, ovvero dare voce a un’azienda con un linguaggio che diventerà parte integrante del Brand e contribuirà a costruirne il successo. Anche mettendo tutta l’attenzione che il ruolo richiede, capita che qualcosa sfugga. Screaming Frog SEO Spider è uno strumento (gratuito fino a un certo numero di risultati) che scandaglia tutte le pagine di un sito/blog evidenziando i vari elementi. Informazioni vitali per i copywriter che, da qui, possono scoprire se ci sono articoli in cui manca (per esempio) la meta description, il tag h1, se ci sono link che rimandano a pagine 404 e via discorrendo. Grazie a questo software potrai costantemente apportare le modifiche opportune al blog che stai gestendo.

Scopri ogni segreto del tuo blog con Screaming Frog SEO Spider.

#3 Keyword planner

Poco prima ti ho parlato di Ubersuggest per la ricerca delle parole chiave. Ora ti propongo un’alternativa perché avere più opzioni è sempre una cosa buona per un professionista digitale. Se poi pensiamo che il keyword planner di cui ti sto parlando è di proprietà di Google (il motore di ricerca che ogni copywriter vuole/deve conquistare), allora ti sarà semplice comprenderne l’importanza. Si tratta di uno strumento che riesce a fornire tutti i termini di ricerca legati a un tema centrale, fornendo risultati in base al volume di ricerca (scegliere le parole chiave più cercate dagli utenti è alla base del copywriting) e alla concorrenza di ogni singola keyword per creare gruppi di annunci su Google Ads (ma qui entriamo nell’ambito del Search Engine Marketing).

Inizia subito a usare lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google.

#4 SEO Writing Assistant

Usare degli strumenti che ti permettano di controllare ogni singolo fattore di un sito/blog è essenziale per fare un buon lavoro, su questo non ci piove. Esistono molte suite SEO disponibili online, io ti consiglio di usare SEMrush, una piattaforma che contiene tantissimi strumenti eccezionali. Te ne cito giusto uno: SEO Writing Assistant. Posso garantirti che una volta usato non ne potrai più fare a meno. Si tratta di uno strumento che fornisce una valutazione del tuo contenuto, dandoti inoltre una serie di preziosi suggerimenti in merito alla costruzione del testo e ai termini di ricerca da inserire per potenziare il contenuto.

Scarica l’estensione Chrome SEO Writing Assistant.

#5 Google Trends

Una delle informazioni più importante tra quelle che un copywriter deve conoscere è “che cosa cercano gli utenti?”, partendo da qui tutto è possibile. Grazie a Google Trends, altro strumento gratuito di Google, potrai essere aggiornato in maniera continua sulle tendenze di ricerca del momento o di un determinato periodo. Questo tool ti permette di scoprire cose molto interessanti, oltre ai trend giornalieri che a volte possono essere sfruttati per costruire un contenuto in ottica Real Time Marketing. Con Google Trends puoi raccogliere informazioni in merito alle tendenze di ricerca per ogni periodo dell’anno, così da sapere quando parlare di alcuni argomenti e quando, invece, evitarli. Più dati riuscirai a raccogliere, più sarai in grado di strutturare un calendario editoriale funzionale ai tuoi obiettivi.

Scopri le tendenze del momento su Google Trends.

#6 EdOra

Parliamoci chiaro, il più delle volte siamo costretti a scrivere i nostri articoli in maniera frettolosa. Il tempo stringe, le scadenze prefissate bussano alla porta con lo stesso grado d’inquietudine di Freddy Krueger che ci appare in sogno, perciò dobbiamo studiare qualche soluzione per risparmiare un po’ di tempo. Anche per questo caso ho un suggerimento da darti. Il più delle volte, noi copywriter perdiamo tempo nella rilettura del pezzo per controllare se ci sono errori, refusi, imprecisioni, fastidiose ripetizioni ecc. Bene, e se ti dicessi che esiste un tool che può fare questo lavoro al posto tuo? Sto parlando di EdOra, un software gratuito con il quale analizzare porzioni di testo e individuare nel giro di 1 secondo eventuali ripetizioni ed errori (anche di spaziatura), scovare le imprecisioni senza perdere tempo e modificarle al volo.

Inizia subito a usare EdOra.

#7 CheckText

Uno dei grandi mali della nostra professione è che, essendo i nostri contenuti pubblici e alla mercé di tutti, ci sono buone probabilità che essi vengano plagiati. Ho usato il termine plagiati perché dire copiati per filo e per segno mi sembrava un po’ troppo spinto, ma alla fine l’ho detto lo stesso. Battute a parte, il plagio di un contenuto (o di una parte di esso) è uno degli incidenti di percorso” che un copywriter deve tenere sempre in considerazione, un po’ come un autista fa con i tamponamenti. Come scoprire se qualcuno ha copiato un tuo articolo o parte di esso? A tal proposito, ti consiglio di usare CheckText, un tool con il quale puoi copiare il tuo testo e sapere se qualcuno su internet ha pubblicato un contenuto simile (se non uguale) al tuo. Mi raccomando, scrivi sempre contenuti originali di tuo pugno, non copiare MAI.

Scopri se qualcuno ha copiato i tuoi contenuti con CheckText.

Perché non puoi fare da solo

Caro amico/collega, quelli che ho appena finito di elencare rappresentano una sorta di “kit del copywriter”, una serie di strumenti che non possono mancare nella tua “ventiquattr’ore digitale”. Uscendo da ogni forma di metafora, posso dirti che senza l’ausilio di questi strumenti sarà davvero difficile, se non impossibile, raccogliere tutte le informazioni che essi possono fornirti con pochi click.

Senza le dovute accortezze, un contenuto rischia di non essere nemmeno indicizzato su Google, o magari (se va bene) può essere posizionato molto indietro nelle pagine, che equivale a non esistere. Non comparire nei primi risultati di Google corrisponde all’oblio, in cui il traffico organico viene ridotto al lumicino con buona pace (si fa per dire) del datore di lavoro che pretende da te di essere sempre “inprimapaginasugugolecontutteleparolechiave”. È un duro lavoro, ma con l’aiuto di questi tool tutto sarà più semplice, fidati.

Come sta cambiando il copywriting

Quello che viene definito copywriting (o se vogliamo fare proprio i fighi SEO copywriting) è un settore che inevitabilmente risente di tutti i cambiamenti della comunicazione su scala globale. Ecco perché è importante che un professionista sia “al passo coi tempi”, seguendo quelle che sono le direttive del motore di ricerca, ma tenendo sempre presente che si scrive per gli esseri umani più che per Google.

Gli strumenti disponibili sul web, come quelli elencati poc’anzi, possono darti un grande aiuto per monitorare i risultati raggiunti con il tuo lavoro. Se le cose non girano per il verso giusto, attraverso questi tool puoi “aggiustare il tiro” e rimetterti in carreggiata. Il copywriting cambia e tu devi essere in grado di stargli dietro, aggiornandoti sempre sugli elementi ritenuti più importanti per conquistare un buon posizionamento.

Stai per lanciare un sito web, ma non hai abbastanza tempo per occuparti anche della creazione dei contenuti? La cosa migliore da fare è affidarti a professionisti del settore e, nello specifico, ti consiglio di fare affidamento ai servizi di content curation di Good Working.

Per concludere

Creare contenuti per il web è un lavoro che può sembrare semplice a una prima occhiata, ma non lo è affatto, te lo posso assicurare. Inizia a utilizzare i tool consigliati in questo articolo per cominciare a produrre testi in linea con le “richieste” delle piattaforme su cui vuoi emergere.

Segui le indicazioni fornite dagli strumenti e struttura i tuoi contenuti partendo da queste informazioni.

7 tool indispensabili per il lavoro dei copywriter
4.5 (90%) 8 votes

Seguimi

Vincenzo Abate

Laureato in Filosofia e Scienze Umane, è da sempre un grande appassionato di scrittura creativa e di letteratura. Ha collaborato (e collabora) anche con diverse aziende come blogger, copywriter e social media manager. Ha pubblicato diversi libri, sia in formato cartaceo che in ebook, con diverse case editrici e anche con il servizio di autopubblicazione YouCanPrint.
Vincenzo Abate
Seguimi
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.
Altro in: blog
Come gestire categorie e tag del tuo blog WordPress
Gestire categorie blog e tag WordPress: hai un progetto?

Chiudi