come scegliere le keyword giuste

SEO Strategy: come scegliere le keyword giuste

Una buona strategia SEO parte prima di tutto dalla scelta delle keyword. Utilizzare le parole chiave giuste infatti consente di aumentare il traffico del tuo sito, ti garantisce visibilità e accresce la tua autorevolezza. Le keyword d’altronde hanno un immenso potere: generano visite verso un determinato sito ogni volta che un utente digita su Google una query associata al servizio o al prodotto che offri.

Non a caso sono il punto di partenza del SEO copywriting, una vera e propria arte che presuppone una distribuzione uniforme e naturale delle parole chiave in un testo. Va da sé che creare una lista solida e buona di parole chiave è senza ombra di dubbio il segreto per avere successo sul web. Riuscirci però è tutt’altro che semplice ed è fondamentale seguire alcune regole che potrebbero tornarti utile per costruire la tua SEO strategy.

SEO Strategy: perché è importante creare una lista di keyword

Le keyword rivestono un ruolo cardine perché, come abbiamo già accennato, permettono di ottimizzare un contenuto in ottica SEO e aumentare così la visibilità del tuo sito. Hanno numerose funzioni, tutte molto importanti:

  • Costituiscono i punti di ancoraggio – le keyword possono guidare gli utenti nella navigazione del sito, stabilendo dei punti di ancoraggio e consentendo una immersione più profonda;
  • Ti aiutano a trovare nuovi clienti – le long tail, ossia le parole chiave “a coda lunga”, permettono di raggiungere una parte di utenti interessata a ciò che stai proponendo, perché sono in grado di intercettare delle query specifiche e mirate su alcuni argomenti;
  • Fissano un punto di partenza – le parole chiave possono esserti utili non solo nella costruzione dei testi attraverso il SEO copywriting, ma ti aiutano anche a migliorare gli altri elementi del sito, come le immagini. URL, titolo, descrizione e testo alternativo infatti dovranno contenere la keyword scelta.

SEO Strategy: come trovare le keyword giuste e gli strumenti più efficaci

Le premesse precedenti spiegano perfettamente perché il lavoro di ricerca delle keyword è molto delicato e complicato. Per realizzarlo sono necessarie tanta pazienza e la giusta tecnica.

Per prima cosa devi provare a metterti nei panni degli utenti e farti una domanda: quali query digiterebbero se avessero bisogno del servizio o del prodotto che vendi? Sviluppa una serie di parole chiave di base e inseriscile in un elenco: saranno il tuo punto di partenza per sviluppare le keyword di secondo e terzo livello, identificando anche il loro valore.

Dividi le parole chiave in base al livello di relazione con il tuo business, alle parole di tendenza del settore, a quelle dei concorrenti e alle long tail.

Dopo aver creato una tabella di partenza con le tue keyword potrai utilizzare dei tool per trovare quelle di secondo e terzo livello, oltre che le long tail. Esistono moltissimi tool che ti possono aiutare in questo lavoro di ricerca. I più utilizzati sono senza dubbio SEMrush, Wordtracker, Google Ads e Google Trends. La maggior parte sono gratuiti per le funzioni basic, mentre per avere accesso a quelle più complesse è necessario un abbonamento.

Google offre ottimi strumenti per la SEO Strategy, gratuiti, facili da utilizzare e multilingue. Per individuare le keyword i più famosi sono Keyword Planner e Google Trends.

Strumenti per trovare le parole chiavi: Keyword Planner

Keyword Planner è lo strumento di pianificazione delle keyword di Google Ads. Consente di identificare nuove parole chiave, ma anche i dati correlati che aumentano il loro valore per il motore di ricerca, come la media delle ricerche mensili, il costo per click (CPC) stimato per l’advertising e il livello di concorrenza.

Il costo per click è un parametro fondamentale da prendere in considerazione quando realizzi la lista delle parole chiavi. Più è alto e più è probabile che la keyword risulti redditizia, portando non solo semplici visite, ma anche un effettivo lead.

Strumenti per trovare le parole chiavi: Google Trends

Un altro valido aiuto per la SEO Strategy arriva da Google Trends. Questo strumento consente di verificare la frequenza di ricerca di una keyword sul web, indicando anche le informazioni geografiche e il mutamento nel tempo. Ciò che lo rende speciale è la possibilità di confrontare le parole chiave fra di loro, comparando le varie proprietà.

Strumenti per trovare le parole chiavi: la SERP di Google

La SERP di Google può fornire ottime indicazioni per stilare una lista di parole chiave. Quando digiti una keyword nella barra di ricerca infatti accanto compaiono i suggerimenti forniti da Google. Al tempo stesso, quando si apre la pagina con i risultati in basso puoi visualizzare altre keyword correlate a quella inserita inizialmente.

Questi dati sono fondamentali per il lavoro di SEO Strategy perché la maggior parte di essi permettono di trovare le preziosissime long tail. Numerosi studi hanno confermato che la capacità di puntare agli utenti usando query di nicchia si rivela il più delle volte un’idea vincente.

SEO Strategy: l’analisi delle keyword dei competitor

Un altro elemento importante nella creazione di una lista di keyword è l’analisi della concorrenza. Trova del tempo per cercare e raccogliere le parole chiave usate dai tuoi competitor, da confrontare e affiancare a quelle che hai già individuato.

Come fare? Prima di tutto individua i siti concorrenti, poi esaminali con attenzione, inserendo il nome del marchio o l’URL negli strumenti SEO a tua disposizione. In questo modo potrai valutare con attenzione le prestazioni della concorrenza.

Dopo aver raccolto le keyword confrontale con le tue aggiungendo, quando è possibile, anche informazioni complementari come il ranking del sito in base a una specifica parola chiave o il CPC. Infine identifica le parole chiavi che differenziano la concorrenza da te, trovando quelle per cui i competitor hanno una buona performance e quelle che sono assenti nel tuo sito.

Per svolgere questo lavoro di analisi utilizza gli strumenti SEO che possiedono la funzionalità di benchmarking come SeoZoom, SiteAnalyzer, SimilarWeb e SEMrush.

Per concludere

La scelta delle keyword è fondamentale per costruire una SEO Strategy solida ed efficace. Come trovare le parole chiave e dove? Le strade da percorrere sono diverse e in ogni caso è necessario un lavoro lungo e puntuale che tenga conto di alcuni fattori importanti.

Le parole chiave infatti sono il segreto per aumentare la visibilità e il traffico verso il sito. Costituiscono dei punti di ancoraggio per migliorare la navigazione, ti consentono di trovare nuovi clienti interessati ai tuoi prodotti e servizi, e ti aiutano a migliorare non solo la parte testuale, ma anche quella visual.

Per trovarle puoi servirti di alcuni strumenti messi a disposizione da Google, multilingue, gratuiti e facili da utilizzare. I più famosi (ed efficaci) sono Google Trends e Keyword Planner, ma puoi ricorrere anche alla SERP generata dal motore di ricerca, soprattutto per quanto riguarda le long tail.

Non dimenticarti di rivolgere lo sguardo ai tuoi competitor. Analizza le parole chiave scelte dalla concorrenza e valuta i siti servendoti di strumenti SEO con ottime funzionalità di benchmarking come SimilarWeb, SeoZoom, SiteAnalyzer e SEMrush.

Infine non dimenticare un assunto importante: il lavoro di ricerca keyword non finisce mai e la tua lista non deve essere fissa, ma in continuo mutamento. Cerca di rinnovarla con regolarità, tenendo conto delle inversioni di tendenza, delle trasformazioni e degli aggiornamenti che coinvolgono gli algoritmi dei motori di ricerca.

La SEO Strategy è prima di tutto un processo dinamico causato dai mutamenti degli interessi degli utenti che influenzano, inesorabilmente, anche la lista delle tue keyword.

Valentina Vanzini

Classe 1987 è laureata in Educazione e Sistemi Editoriali all'università di Tor Vergata. Da anni lavora sul web come copywriter, scrivendo e interessandosi di tutto. Scrivere per lei non è solo un passatempo, ma un modo per curare nevrosi e ansie, fra romanzi, guide e testi SEO. Si sente tranquilla solo quando ha il suo pc a portata di mano. I tasti con le lettere sono ormai tutti cancellati: indovinate perché.
Valentina Vanzini
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.
Altro in: SEO e SEM
Seo per e-commerce
SEO per e-commerce: la strategia per aumentare il traffico (e le vendite)

Chiudi