posizionamento google

Posizionamento su Google: la scelta delle keyword

Una mini-guida alla scelta delle migliori parole chiave per riuscire ad ottenere un buon posizionamento su Google

Avere un buon posizionamento su Google è assolutamente indispensabile, al giorno d’oggi, per qualsiasi tipo di attività. È proprio questo motore di ricerca, infatti, il tramite per riuscire a raggiungere il maggior numero di utenti possibili, così da trasformarli in potenziali clienti.

Una buona attività SEO (sigla che sta per Search Engine Optimization, che tradotto in italiano significa “ottimizzazione per i motori di ricerca”) si articola fondamentalmente in tre passaggi principali:

  • La scelta delle parole chiave;
  • L’ottimizzazione SEO on page;
  • L’ottimizzazione SEO off page, ovvero la Link Building.

Questi tre passaggi sono alla base di un’attività di posizionamento su Google ben riuscita, laddove nessuno di questi può essere trascurato o ignorato. In questo articolo, però, ci concentreremo sul primo di questi passaggi: la scelta delle parole chiave. Per approfondimenti riguardanti il posizionamento su Google puoi visitare il sito https://jfactor.it/.

Come scegliere le parole chiave migliori

Per un buon posizionamento su Google, infatti, una scelta mirata delle parole chiave è assolutamente imprescindibile. Questa rappresenta le basi sulle quali costruiamo la nostra strategia: se le fondamenta non sono solide il palazzo crollerà. Lo stesso vale per il nostro posizionamento su Google: se non abbiamo scelto accuratamente le parole chiave, difficilmente riusciremo a guadagnare nuovi clienti per la nostra attività.

Le parole chiave, infatti, sono il nostro collegamento con il potenziale cliente. Il nostro scopo, infatti, è quello di risultare tra le ricerche di chi sta cercando esattamente il nostro prodotto o, più in generale, quello che offriamo, e questo si può ottenere soltanto con una scelta accurata e intelligente delle parole chiave.

Il mio consiglio, dunque, è di appuntare su un foglio circa cinque parole chiave che, a tuo parere, potrebbero portare il potenziale cliente sul tuo sito web. Ricorda di non puntare su parole troppo generiche perché queste saranno molto competitive e sarà molto difficile guadagnare le prime posizioni in relazione ad esse.

Ti faccio un esempio pratico: supponiamo che tu abbia uno store online che si occupa della vendita di occhiali vintage originali. Se sceglierai come keyword la parola chiave “occhiali” ovviamente ti dovrai scontrare con un numero infinito di colossi del web e difficilmente riuscirai a guadagnare la prima pagina. Se, invece, sarai più specifico, puntando su una parola chiave come “occhiali vintage originali online” (long tail keyword), avrai molte più possibilità di raggiungere la prima pagina. Inoltre, parole chiave così specifiche, avranno una maggiore percentuale di conversione, dato che apparirai nelle ricerche di clienti che stanno cercando esattamente il tipo di prodotto che tu vendi.

Una volta appuntate, dunque, le tue cinque parole chiave, ovviamente seguendo il consiglio che ti ho appena dato, cercale ognuna di esse su Google. Per ciascuna dai un’occhiata alla fine della pagina, nella sezione “ricerche correlate” e annota, sempre sullo stesso foglio, le parole chiave che potrebbero fare al caso tuo.

Una volta elaborata la tua lista individua la competitività e la media di ricerche mensili per ciascuna di queste parole (operazione che puoi mettere in pratica grazie ai tool gratuiti di Google). Dovrai scegliere le parole che hanno una bassa competitività, ma una buona media di ricerca mensile.

Questa serie di operazioni, se eseguita correttamente, può portarti ad arrivare in prima pagina anche con la sola ottimizzazione SEO on-page, soprattutto per le parole poco competitive, e, cosa estremamente importante, può far sì che il tuo lavoro di posizionamento su Google sia realmente efficace, così da arrivare in prima pagina e guadagnare un buon numero di potenziali clienti, che faranno così crescere in maniera esponenziale i guadagni della tua azienda o della tua attività.

Buon lavoro!

Posizionamento su Google: la scelta delle keyword
5 (100%) 1 vote

Giuseppe Barbagallo

Giuseppe Barbagallo

SEO Specialist e Co-Founder della web agency Good Working. Appassionato di informatica e tecnologia sin dai tempi del seggiolone. Si occupa di SEO e Web Design, soprattutto (e non solo) nel settore sportivo.
Giuseppe Barbagallo
2 Commenti
  • Avatar for Sergio Longhi
    Sergio Longhi
    Rispondi
    Posted at 17:38, 3 luglio 2018

    Carino, ciao.

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Messenger icon
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa cookie.

Altro in: posizionamento seo
come ottimizzare gli anchor text
Clicca qui: cos’è l’anchor text e come ottimizzarlo

Chiudi