email marketing

Perché è così importante fare email marketing

Tra tutte le tipologie di marketing che hai a disposizione (SEO, SEM, Social Media, Pay Per Click (PPC), Affiliate Marketing, ecc.) l’email marketing è la migliore. Costa pochissimo, è ampiamente automatizzabile, personalizzabile e soprattutto efficace, cioè porta conversione.

I risultati non sono immediati, ma usandolo in modo corretto è straordinariamente funzionale alla vendita. Nonostante i pregi, oggi questo strumento è di gran lunga sottovalutato, per non dire bistrattato, in quanto la maggior parte delle persone lo associa allo spam, reputandolo inutile.

Altro grosso problema, ma solo in apparenza, è che l’email marketing non porta visibilità, non dando accesso a nuovi utenti: è uno strumento attraverso cui si ricontattano utenti e clienti già acquisiti, ma non persone nuove (ricorda che l’acquisto delle liste è sconsigliato, non è legale e neanche utile ai fini della vendita).

Come funziona l’email marketing

Il funzionamento è molto fluido. Le persone arrivano su una pagina che si chiama “squeeze page”, cioè un tipo di landing page specifica per generare contatti, e registrano la propria email in cambio di un contenuto gratuito, utile e interessante.

L’utenza può provenire da tanti canali, tra cui Google, Facebook, campagne Pay Per Click (PPC), Linkedin, ecc.

È importante sapere che il comportamento cambia al variare dei canali, per cui è consigliabile fare una squeeze page differente per ognuno (ad esempio per la SEO va strutturata con tanto testo e ripetizione delle keyword, con Pay Per Click (PPC) è necessario un testo più chiuso e sintetico, mentre per Facebook sono richieste maggiori informazioni).

Il modo migliore per capire come strutturare squeeze page efficaci, per acquisire più email possibili, sta nel fare una serie di test che ti aiutano a eliminare ostacoli o passaggi difficoltosi. Insomma, un passo alla volta si affina la strategia.

Primi passi per l’email marketing

La prima cosa da fare è selezionare il servizio di email marketing. Tra i tanti esistenti, il più diffuso è MailChimp che ha un piano gratuito fino a 2000 subscriber al mese (per subscriber si intendono le persone iscritte alla mailing list). Bada bene, non conta il numero complessivo di email che hai in lista, ma quelle che si inseriscono nel piano gratuito dei contatti mensili non devono superare le duemila unità.

L’alternativa consigliata è MailerLite che offre maggiori possibilità di automazione, ma il free plan è ridotto a 1000 contatti. I software professionali per fare email marketing sono molti, a pagamento e con versioni free limitate, ma per ottenere risultati è fondamentale averne uno adeguato per analizzare i dati, creare modelli di newsletter efficaci, segmentare liste.

Dopo aver scelto il software, occorre individuare un buon contenuto da offrire, mirato e specifico per la tipologia di clienti che si vuole acquisire. Devono essere contenuti coerenti, strategicamente rilevanti e che permettano di avere visibilità.

Nell’individuare la migliore tipologia di contenuto devi tener conto di tanti fattori e farti diverse domande.

  1. Cosa cercano le persone che richiedono questo contenuto?
  2. Che genere di utenza attira?
  3. Si possono acquisire tanti clienti con queste caratteristiche?
  4. Quanta concorrenza c’è e qual è il livello di qualità medio dei contenuti offerti?

Non è certo un procedimento rapido, ma l’alternativa è creare dei contenuti a caso e sperare che la gente li richieda!

Creazione del funnel

Un funnel (imbuto in inglese) di marketing è l’insieme di passaggi che convertono un visitatore in cliente. La forma dell’imbuto rappresenta alla perfezione questo modello e mostra graficamente gli step che la caratterizzano. Il restringimento, dal primo all’ultimo step, indica come si disperdano diversi utenti durante il percorso che porta alla conversione (che può essere una vendita, ma anche una compilazione di un form, il download di una file/risorsa, ecc.). 

La parte superiore del funnel è il punto in cui arrivano tutti i visitatori del tuo sito. All’inizio del processo ci sono molte persone, in seguito alcune proseguono nei passi successivi e altre abbandonano. Solo i clienti davvero interessati giungono alla fine del tuo funnel di marketing.

Questo potente sistema permette di tenere traccia del percorso del cliente dall’inizio alla fine, fornendone una rappresentazione grafica.

Caratteristica peculiare di questo sistema, infatti, è che puoi misurare tutti i passaggi e migliorare ogni step che porta alla conversione, così da aumentare l’efficacia del tuo sito e delle tue campagne.

Acquisiti correttamente i dati, sarai in grado di verificare dove sono gli ostacoli che interrompono il flusso e potrai dedicarti a ottimizzare i passaggi.

La necessità di avere un paradigma nel flusso che porta a una conversione sta nel poter avere la certezza di collocare un utente in un preciso step, capendo quindi come muoversi efficacemente per portarlo al passo successivo.

L’unico scopo dell’email marketing è quello di convertire i visitatori in subscriber e poi i subscriber in clienti. Per raggiungere l’obiettivo è fondamentale che gli utenti desiderino ricevere le tue email e abbiano voglia di leggerle. Presta attenzione a non apparire mai spammoso.

Consigli utili

#1 Nel testo delle mail usa sempre il Tu, meglio ancora se imposti il nome del cliente.

#2 Inserisci le icone nel titolo (l’oggetto dell’email) poiché risaltano e aiutano a rendere l’email riconoscibile. Le icone devono essere coerenti con il testo (es. risparmia tempo = clessidra).

#3 Prendi spunto dal modo di strutturare email marketing degli americani analizzando e acquisendo le tecniche. Offrono esempi ideali su come impostare le strategie secondo modelli adatti a ogni settore.

#4 Crea un’unica Mailing List per sito.

#5 Evita il Double Opt-in, un sistema che consiste nell’invio di una email di conferma all’indirizzo dell’utente che si iscrive a una newsletter. Questo elemento è tra i motivi principali per cui l’email finisce nello spam (la posta indesiderata) o nella cartella promozioni. Così non verrà letta.

#6 Rendi facilmente visibile e fruibile il contenuto di qualità gratuito.

 

Ringraziamo la Cool Web Agency di Salerno per l’articolo e gli ottimi spunti che ci hanno regalato.

Potrebbe interessarti anche:

Perché è così importante fare email marketing
5 (100%) 1 vote

Good Working
Seguici

Good Working

Web Agency con sede a Roma e Vasto (CH) specializzata nella realizzazione di siti web, SEO, e-commerce e content curation.
Good Working
Seguici
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Messenger icon
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa cookie.

Ehi, potrebbe interessarti anche...
Instagram Stories
Come rendere interessanti (ed efficaci) le tue Instagram Stories

Chiudi