Mockup cosa sono

Mockup: cosa sono, a cosa servono e chi li crea

Cosa sono i mockup (che si pronuncia mocap) non è certo un mistero per chi si occupa di grafica, anzi per i grafici sono dei fantastici alleati. Poiché non tutti ci occupiamo di grafica, ma se lavoriamo nel digital abbiamo a che fare anche con il lato visual di un progetto, vediamo almeno di cosa si tratta, a cosa servono e a chi li possiamo chiedere.

Se googliamo “mockup” finiamo su Wikipedia e troviamo questa definizione: un mockup, o mock-up, è una realizzazione a scopo illustrativo o meramente espositivo di un oggetto o un sistema, senza le complete funzioni dell’originale; un mockup può rappresentare la totalità o solo una parte dell’originale di riferimento (già esistente o in fase di progetto), essere in scala reale oppure variata.

Attenzione, i mockup non sono né modelli né prototipi. Questi ultimi, nello specifico, sono la primissima versione di un progetto su cui vengono fatti test, collaudi, e tutto ciò che occorre per individuare e risolvere eventuali problemi o malfunzionamenti, limiti che la versione definitiva non deve assolutamente avere.

Tornado ai mockup, quindi, sono un’anteprima di come dovrebbe essere un progetto o un prodotto quando sarà finito, ma senza che sia davvero finito e rifinito. Inizialmente si trattava per lo più di riproduzioni in scala di oggetti, ma con lo sviluppo del web e delle sue applicazioni si è passati ai mockup virtuali, meno costosi e di più veloce realizzazione, ma non più facili o banali.

A cosa servono i mockup

I mockup permettono di visualizzare in anteprima una bozza di quello che sarà il risultato finale, se tutto andrà come sperato. Sono molto importati per chi commissiona un lavoro, in quanto saprà se le sue aspettative stanno trovando la giusta risposta e lo sono ancora di più per chi il lavoro lo deve materialmente eseguire; sondare il terreno con il committente e capire se ci si sta muovendo nella direzione desiderata, e in caso intervenire tempestivamente per sistemare o modificare quello che non funziona, è il modo più efficace per risparmiare tempo e soldi. Inoltre un cliente soddisfatto è il miglior biglietto da visita per qualunque professionista.

Tra gli esempi di mockup si annoverano riproduzioni in scala ridotta di oggetti come un espositore, un packaging per ricerche di mercato, una scenografia in miniatura. A questi possiamo aggiungere i mockup virtuali come il file di un logo applicato con Photoshop su un biglietto da visita o su un libro, così da vedere come apparirà una volta stampato. Anche la landing page di un sito, priva di tutte le funzioni interattive che avrà quando sarà online, è un mockup virtuale e rende possibile avere un’idea un po’ più chiara di come potrebbe essere una volta terminato il progetto. Insomma, gli ambiti di impiego sono davvero molteplici e i vantaggi anche.

Leggi anche:  Smartphone e app di editing per food photography

Chi realizza i mockup

Come accade (o dovrebbe accadere) in ogni ambito lavorativo, soprattutto in quelli più tecnici e ad alta specializzazione, anche per i mockup c’è una figura apposita e si chiama mockup artist. È un professionista che ha competenze ferrate e solide nel web design e, non di rado, lavora a stretto contatto con chi si occupa di user experience. A volte, ma non necessariamente, capita che sia anche un esperto di programmazione

Inutile dire che se cercate un risultato di qualità o quello che vi serve è sottoporre il mockup a un cliente, avete solo due opzioni: o avete le competenze per realizzarlo o vi rivolgete a un grafico professionista. Un mockup di qualità richiede, oltre a skill specifiche, l’uso di software dedicati come la suite di Adobe (Photoshop, Illustrator, Comp, etc.) che come i più sanno non è né economica né facile da usare.

Se però state lavorando al vostro progetto di personal branding o rebranding, e come sovente accade non disponete di budget e vi tocca fare tutto “in casa”, esistono dei software online gratuiti che offrono soluzioni basic con cui potrete creare da soli dei mockup semplici. In rete, poi, trovate innumerevoli tutorial.

Esistono svariate risorse, queste elencate ma anche molte altre, che offrono versioni freemium (con le ovvie e immaginabili limitazioni) e in abbonamento per creare mockup, scaricare template ed elementi di base:

E ora scatenate la vostra creatività, buttate un occhio al vostro progetto e aggiustate il tiro, poi mandatelo online!

Elisa Pizza
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Già che ci sono, voglio iscrivermi alla vostra newsletter!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta l’informativa cookie.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.