I fattori di successo del marketing automation

Marketing automation: il nuovo strumento per la tua campagna di comunicazione

Oggi vogliamo parlare di automazione nel marketing o marketing automation, per restare nel linguaggio internazionale, quello più consono al mondo della comunicazione.

Questa è un’introduzione approfondita che esamina i vantaggi, i fattori di successo e le evoluzioni di questo tipo di approccio comunicativo.

Il marketing automation si riferiva, come denominazione, negli anni passati, a un software sviluppato per automatizzare le attività ripetitive durante il lavoro con il cliente e, quindi, per consentire alle divisioni di marketing di aumentare la propria efficienza. soprattutto nel campo dell’e-mail marketing e nella lead generation.

Esiste, però, un forte legame tra il marketing automation, il content marketing e la gestione dei contenuti, soprattutto nel modo nuovo di gestire un cliente.

Negli ultimi anni, appunto, il marketing automation si è spostata dal puro aspetto automatico a un approccio diverso del marketing in cui i flussi di lavori automatizzati, gli scenari già predefiniti e i vari trigger basati sul cliente sono impostati in modo interconnesso.

Cosa significa?

Significa che una vision basata su un singolo cliente è, certamente, essenziale per il successo di una campagna, così come è essenziale un approccio interconnesso anche ad altri sistemi (content management, content marketing, social media tools) che sempre più spesso si integrano nelle offerte di alcuni fornitori.

Ancora adesso, però, la maggior parte dei software di marketing automation è legato al canale dell’e-mail marketing, come già vi dicevo precedentemente, anche se sempre più spesso nuove interazioni e nuovi punti di contatto vengono costantemente aggiunti.

Parliamo di integrazioni e connessioni con la gestione del contenuto web, con il marketing avanzato e con l’analisi aziendale.

Tutte queste automazioni fanno sì che le agenzie di marketing e di comunicazione possano concentrarsi sul loro cliente e sui loro obiettivi di business.

Proprio per questo sempre più spesso, per consolidare il mercato, le automazioni connettono i clienti con i vari reparti delle aziende e con le varie risoluzioni dei problemi tra i reparti, quindi andando oltre il primo campo di azione, cioè le email.

Software di marketing automation: differenze e funzionalità

Le principali differenze tra le varie piattaforme di marketing automation, come Matico.io,  riguardano:

  • il target industriale (piccola e media impresa, grandi aziende, business to business, business to consumer, mercato di nicchia)
  • le caratteristiche principali (dall’e-mail marketing automatizzato alle soluzioni di marketing integrate)
  • il focus (alcune soluzioni di marketing automation riguardano campagne e flussi di lavoro, altre soluzioni si concentrano sui processi interni e sulla gestione delle risorse di marketing)
  • il grado di integrazione (il marketing automation da sola non serve a nulla, bisogna capire come si interconetta con gli altri sistemi)

Le principali funzionalità di un sistema di marketing automation sono:

  • gestione della campagna di marketing connessa e integrata (i diversi canali svolgono un ruolo, a seconda delle persone, dei punti di contatto, dell’acquirente. Il contenuto e il content marketing, quindi, sono essenziali.)
  • generazione di lead/demand con cui i flussi di lavoro e i contenuti vengono sviluppati per attrarre, identificare, coltivare, valutare e convertire i potenziali clienti.
  • analisi e marketing intelligence
  • gestione delle risorse di marketing per migliorare il marketing interno
  • personalizzazione di test, ottimizzazione e interazione su più canali tra cui il web
  • gestione avanzata di liste, dashboard e reporting che sono personalizzate in base alle esigenze del cliente

Soprattutto un software eccellente di marketing automation:

  • tiene conto dell’intero ciclo di vita del cliente e fornisce interazioni che forniscono un valore basato su punti di contatto storici, demografici, transazionali e tutto questo in tempo reale.
  • connette i punti tra marketing, vendite, servizio clienti etc. per migliorare le esperienze dei clienti e offrire contenuti e messaggi per raggiungere gli obiettivi aziendali e ottimizzare, quindi, la relazione con il cliente.

I fattori di successo del marketing automation

I fattori di successo del marketing automation

Una delle cose che è più difficile da eliminare dalla testa delle persone è che l’automazione del marketing riduca il personale di un’azienda.

Questa è, solo e per fortuna, una soluzione professionale che offre funzionalità avanzate di analisi per consentire un lavoro migliore con il cliente.

E proprio per questo migliorando il rapporto con i clienti, con una serie di funzionalità interconnesse, migliora la qualità del lavoro,  soprattutto offline.

Il successo del marketing automation dipende da:

  • facilità d’uso
  • efficienza dei processi interni e progettazione di flussi in base alle priorità del cliente
  • contenuti ed offerte pertinenti (la mancanza di contenuti pertinenti e veloci è il male. Pensare e agire concentrandosi sul cliente è il modo giusto di farlo. Senza un lavoro sul focus del cliente l’automazione diventa una risorsa senza sostanza.)

Marketing automation e cliente

L’attenzione e la crescita del mercato del marketing automation è molto dovuta al modo in cui, ora, le persone si informano e acquistano.

Il passaggio dalla vendita all’acquisto, insieme a nuovissimi canali digitali che sono utilizzati da consumatori e acquirenti, continua a influire in maniera positiva sull’uso del marketing automation.

Non siamo ancora ai livelli ottimali, le risorse umane non sanno sfruttare tutte le connessioni tra content, marketing, automazione e cliente e quindi base si automatizzano solo le ripetizioni.

Invece la dimensione umana, con persone a livello in grado di gestire il focus cliente è fondamentale.

Ci vuole un lavoro preparatorio molto importante, con impostazioni importanti e software personalizzati.

Nel giro di pochi anni i clienti lavoreranno sempre più spesso senza interagire con le persone.

Quindi è il momento dell’approccio alla campagna il momento fondamentale, quello in cui, grazie al lavoro delle persone, si lasciano in mano al cliente gli strumenti per lavorare da solo, con software facili e interconnessioni, tra i reparti, vincenti.

Non pensiamo solo all’automazione della campagna di email marketing, anche se poi le mail promozionali con qualche promozione o qualche sconto, sono ancora molto interessanti e stuzzicano sempre il cliente.

L’obiettivo del marketing automation deve partire a priori, utilizzando tutta la tecnologia a nostra disposizione per alleggerire e schedare clienti e focus dell’azienda, per permetterci di non perdere tempo lasciando alle macchine di cucire circuiti tra i reparti dell’azienda e portare poi il cliente a non perdere tempo nelle connessioni e nelle ripetizioni concentrandosi soltanto sui suoi fini, su ciò che la campagna vuole raggiungere.

Marketing automation: il nuovo strumento per la tua campagna di comunicazione
Ancora nessun voto

Giuseppe Barbagallo

Giuseppe Barbagallo

SEO Specialist e Co-Founder della web agency Good Working. Appassionato di informatica e tecnologia sin dai tempi del seggiolone. Si occupa di SEO e Web Design, soprattutto (e non solo) nel settore sportivo.
Giuseppe Barbagallo
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Con la prosecuzione della navigazione oltre questa informativa acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la nostra informativa cookie.

Altro in: content strategy, e-mail marketing, marketing
contenuti di qualità
6 modi per scoprire cosa vogliono i lettori dal tuo blog

Chiudi