come fare Local SEO

Local SEO: come incontrare i tuoi clienti

La local SEO è quell’insieme di strategie focalizzate ad accrescere la visibilità della tua attività nelle ricerche con “intenzioni locali”.

Se sei rimasto deluso perché ti aspettavi fosse il nuovo locale di lap dance SEO by night, mi dispiace parecchio.

Ma non è colpa mia.

Se invece desideri che il tuo sito web scali le SERP nei risultati di ricerca locale, potrebbe essere il tuo giorno fortunato.

Credimi.

Sapere come farti trovare dalle persone mentre cercano informazioni sulle attività locali, potrebbe salvare il tuo business. Devi fare in modo che visitino il tuo sito, ti contattino e/o vengano a trovarti.

Cosa intendo?

Dunque, fingiamo che io mi trovi a Verona, nella splendida Piazza Bra. Desidero acquistare delle scarpe da trekking e sto cercando il negozio più vicino a me. Mi affido a Google e cerco la soluzione al mio bisogno. Il tuo negozio, imboscato nello stretto vicolo del centro, a 900 metri da me, deve essere la prima soluzione che il motore di ricerca mi offrirà.

Fantascienza? No, non lo è affatto.

Se la tua attività si concentra su un pubblico locale, il tuo sito web dovrà rispecchiare e supportare la tua strategia. Quindi, dovrà avere delle caratteristiche diverse da quei siti che mirano a rivolgersi a un pubblico nazionale o globale.

Mi sono chiesto quali siano le accortezze necessarie e come poterti aiutare per ottimizzare le tue strategie di local SEO.

Ecco perché ho indossato il casco da minatore è mi sono impegnato per portare alla luce questi preziosi consigli.

Sei pronto a incontrare i tuoi potenziali clienti?

Ottimizza il tuo sito web per la Local SEO

La Local SEO è molto simile alla SEO organica, ma dovrai condirla con la componente geografica.

Ormai le persone fanno le loro ricerche da smartphone. Un gesto naturale, un’abitudine che si consolida di giorno in giorno. Qualsiasi bisogno abbiano, estraggono il telefono e cercano la soluzione più veloce e più vicina a loro.

Se vuoi incontrare i tuoi nuovi clienti devi pensare a ogni dettaglio.

Crea una pagina di contatto dedicata

Le persone vogliono informazioni dettagliate sulla tua attività e le vogliono subito. Crea una pagina di contatto che preveda tutte le informazioni utili possibili:

  • Nome dell’attività
  • Indirizzo
  • Telefono
  • Orari d’apertura
  • Indirizzo email
  • Contatti Social Media

Rendi cliccabile il tuo numero di telefono

Migliora l’esperienza utente sul tuo sito. Oltre a essere ottimizzato per i dispositivi mobile, se una persona trova il tuo sito web e desidera chiamarti, devi rendergli ogni azione il più facile possibile. Fai in modo che il tuo numero di telefono sia cliccabile.

Aggiungi una mappa

La local SEO è incentrata sulla posizione dell’utente al momento della ricerca. Non devono esserci ostacoli. Le persone devono trovarti senza sforzo. Integra la mappa di Google Maps e arrivare da te sarà un gioco da ragazzi.

Aggiungi le testimonianze dei tuoi clienti

Le testimonianze dei clienti sono molto apprezzate da Google. Le considera un segnale di fiducia. Ma non pensare solo a Google.

Le testimonianze sono una delle forme di persuasione più potente. Le persone danno più credito alle esperienze dei tuoi clienti che non alle tue parole.

Quindi faresti bene a sfruttare il contenuto generato dagli utenti per evidenziare i tuoi punti di forza e attrarre nuovi clienti. Organizzati per raccogliere le testimonianze e renderle visibili in punti strategici del tuo sito web.

Approfondisci tutte le dinamiche dello user generated content UGC e scopri come può essere utile alla tua attività.

Aggiungi Schema.org al tuo sito web

Non si tratta di un animale mitologico e neppure di un vero linguaggio di programmazione. Schema.org è una sorta di vocabolario comune ai motori di ricerca e creato in collaborazione tra Google, Bing e Yahoo.

Questo vocabolario contiene dei dati strutturati che dovrai implementare nel tuo sito web per far capire a Google di cosa parlano le tue pagine.

Ti offre la possibilità di mostrare informazioni aggiuntive sotto forma di – Rich Snippet – quando le persone visualizzano i risultati delle SERP. Inoltre, applicando il markup dello schema appropriato ad attività commerciali locali, potrai comunicare l’identità aziendale e migliorare la SEO del tuo sito web.

L’idea di dover manipolare il codice del tuo sito web ti fa sudare freddo?

In effetti, devi avere delle competenze tecniche che ti consentano d’implementare correttamente i dati. Se non le hai non preoccuparti perché, anche in questo caso, hai a disposizione diversi plugin per WordPress che ti agevolano nell’inserimento dei dati necessari:

Questi plugin ti permettono d’inserire dati strutturati per attività locali, articoli, eventi, prodotti, servizi, recensioni, ecc.

Sono solo tre esempi, ne puoi trovare molti altri, sia gratuiti che a pagamento.

Valuta bene se sia il caso d’investire tempo e soldi in pratiche “fai da te” o se sia economicamente vantaggioso richiedere una consulenza SEO.

Ora, la domanda è: come puoi essere sicuro di aver inserito i dati strutturati in modo corretto e riconoscibile dai motori di ricerca? La risposta è odiosa, perché “dipende” dall’algoritmo dei motori di ricerca.

È l’algoritmo a stabilire se i rich snippet saranno visualizzati, oppure no.

Per fortuna, Google ti mette a disposizione uno strumento gratuito per testare e validare il tuo lavoro: fai il test dei tuoi dati strutturati.

Purtroppo, i suggerimenti che abbiamo visto finora non bastano. Dovrai anche prenderti cura dei tuoi profili online.

I profili online: se ci sei batti un colpo

Il tuo sito web non è l’unico posto in cui manifestare la tua presenza online.

Devi assicurarti che la tua attività commerciale, o i tuoi servizi, siano presenti sulle piattaforme in cui le persone s’incontrano. Senza dimenticare quelle più popolari nel tuo settore in cui le persone lasciano le loro recensioni.

Un punto fermo nelle tue strategie dovrebbe risiedere nella consapevolezza di saper gestire le risorse a disposizione. È inutile creare profili su più piattaforme di quante tu sia in grado di presidiarne.

Ricorda che la cattiva gestione o l’abbandono di queste – opportunità – viene interpretato dalle persone come un segnale negativo. Quindi, prima di aprire account come se non ci fosse un domani, valuta bene le tue risorse e fai scelte oculate.

Google My Business

Vuoi ottimizzare i tuoi risultati per la ricerca localizzata. Stai leggendo il post per questo motivo. Allora, non voglio sentire scuse, non puoi trascurare Google My Business.

Questo strumento gratuito, offerto da Google, è semplice da usare e ti permette di creare una scheda della tua attività. Puoi inserire tutte le informazioni rilevanti:

  • Indirizzo
  • Numero di telefono
  • Sito web
  • La posizione su Google Maps
  • Gli orari di apertura
  • Foto e immagini della tua attività, suddivise in categorie
  • Descrizione dei servizi offerti

È uno strumento che ti permette d’interagire con i tuoi potenziali clienti. Puoi fornire informazioni utili per farti conoscere meglio, raccontando un pò     di te e della tua storia. È una vera scheda aziendale che una volta attivata apparirà nelle ricerche e nelle mappe di Google.

Non hai bisogno di particolari competenze, ma tutti i passi verso l’ottimizzazione della tua presenza online, richiedono attenzione. Quando la tua scheda Google My Business sarà online potrai gestire meglio la tua presenza sul motore di ricerca. Sarai pronto a catturare l’attenzione delle persone proprio nel momento in cui stanno cercando la soluzione che puoi offrire.

Se può esserti utile, come esempio, questa è la scheda Google My Business di Good Working per la sede di Vasto (CH).

local SEO Google my businessgoogle my business statistiche

TripAdvisor, Yep & Co. – non dimenticare il potere delle recensioni

Piattaforme di recensioni come TripAdvisor, sono servizi d’inserzioni gratuite che hanno dato il via allo user generated content. Credo che ormai chiunque abbia scritto e condiviso una recensione su TripAdvisor.

Sai quanto siano importanti le recensioni e quanto possano influenzare le scelte dei tuoi potenziali clienti. Proprio per questo la loro presenza è indispensabile e richiedono accortezza e capacità di problem solving. Soprattutto, quando ti troverai di fronte a commenti poco lusinghieri, dovrai interagire e gestire le recensioni negative per trasformarle in opportunità.

Le recensioni online sono importanti perché incidono sulla visibilità, essendo indicizzate da Google, e influiscono sulla brand reputation, innescando il passaparola.

Social media: la tua presenza conta

I social media sono un altro pianeta nella galassia popolata dai tuoi potenziali clienti, e tu non puoi mancare.

È qui che le persone trascorrono molto del loro tempo online ed è qui che incontrano amici e parenti; pronti a condividere la loro esperienza.

Dovrai creare le tue buyer personas. Tutto ha inizio sempre dallo studio del tuo cliente ideale e da lì dovrai capire quali siano i social media adatti al tuo target demografico.

Imposta i tuoi profili facendo attenzione che le informazioni siano concordanti in ogni piattaforma in cui sarai presente: coerenza prima di tutto.

La presenza sui social media ti permetterà di accrescere la tua visibilità e i motori di ricerca riceveranno maggiori informazioni sulla tua attività.

Assicurati di seguire le best practices sui social media: ecco 5 consigli per iniziare.

Hai visto che avrai da fare un pò di lavoro, ma non spaventarti. Pensa sempre ai tuoi obiettivi di business e a come valorizzare le tue idee. Torniamo a casa, vieni.

Ottimizza i tuoi contenuti

La local SEO non può prescindere dalle buone pratiche di SEO on-page. Quindi, ora che hai presidiato gli avamposti, torna al tuo sito web. È tempo di curare i tuoi contenuti. È tempo di blog post e pagine web.

Il tuo sito è un elemento fondamentale per tutte le tue attività di content marketing ed è l’unica casa online che ti appartiene davvero. Sul tuo blog i contenuti faranno da traino al sito della tua attività, perché ti permettono di creare backlink locali.

I link sono un fattore di ranking fondamentale per la tua local SEO, quindi attivati per intrecciare relazioni con attività locali.

In quest’ottica valuta anche le directory locali che raccolgono siti web pertinenti alla tua attività. I blog locali e le directory ti aiuteranno a contestualizzare la tua posizione, perché sono saldamente associati a una regione o città specifica.

Quando scrivi i tuoi contenuti ricordati di fare riferimento al luogo in cui ti trovi: il nome della tua città e del tuo quartiere. Oppure, città e quartieri limitrofi alla tua attività.

Se hai creato le tue buyer personas – dimmi che lo hai fatto – inserisci nei tuoi contenuti anche termini – non ufficiali – espressioni e modi di dire che le persone del posto utilizzano.

Prova a inserire queste informazioni locali e le parole chiave pertinenti all’interno delle tue pagine web:

  • Tag h1
  • Tag title
  • Tag h2, h3 ecc.
  • Url della pagina
  • Contenuto della pagina
  • Attributi ALT delle immagini.

Sfrutta la temporanea popolarità di eventi o fiere locali e offri contenuti rilevanti e informativi per i tuoi lettori. Potresti pensare di sponsorizzare gli stessi eventi locali o intervistare i protagonisti. Potrai pubblicare contenuti unici e utili, che approfondiscano l’esperienza informativa.

Agisci sempre nell’ottica di offrire il contenuto che i tuoi potenziali clienti stanno cercando. Lascia perdere la tua smania di “leader del settore”: alle persone non interessa. Aiuta e informa i tuoi lettori. Sfrutta i contenuti per condurli sul tuo sito web.

Google 3-pack

Stai pensando che tutti questi aspetti da valutare, implementare e gestire ti faranno impazzire? Forse sì, ma non più del giramento di pollici del quale diventerai cintura nera se le persone non ti troveranno online.

Google ha studiato e perfezionato il Google 3-Pack, ovvero un l’algoritmo per le ricerche geolocalizzate che influisce sui risultati nelle SERP relative alle ricerche locali.

In altre parole, Google vuole fornire risultati pertinenti a seconda della posizione geografica. Quindi, offre in cima alle pagine delle SERP una lista di 3 risultati accompagnati da una mappa.

Ottimizza la tua scheda Google My Business, la gestione delle recensioni, studia e prepara un piano delle Keyword specifiche e le azioni di SEO on-page. Sono tutte pratiche che concorrono all’ottimizzazione della tua strategia di local SEO. Possono aiutarti a essere presente in quei primi 3 risultati di Google. Questo vuole dire, ossigeno per la tua attività.

la Local SEO è perfetta per il tuo local business

Non c’è bisogno che l’ansia ti prenda. Ragiona sempre pensando al tuo potenziale cliente e fai di tutto per essere presente quando avrà bisogno di te.

Questo post, per esempio, se non sei un neo appassionato di SEO, può averti indotto a pensare due cose:

  • Sergio, questa cosa è “pallosa”.
  • Non ce la farò mai.

Lo sgomento lo lasciamo nella valigia. Tu estrai tutta la tua pazienza e inizia un passo alla volta.

So che non dovrei essere io a farlo, ma ti ricordo che il futuro del tuo local business passa anche da queste pratiche.

Non devi fare tutto da solo: richiedi una consulenza local SEO e trova i professionisti che possano accompagnarti in questa avventura.

Quando i tuoi potenziali clienti entreranno dalla porta o ti chiameranno per richiedere un tuo servizio, allora ogni sforzo verrà ripagato.

Fai le tue domande, oppure condividi i tuoi consigli per ottimizzare le strategie di Local SEO.

Lo spazio riservato ai tuoi commenti è aperto e ti attende.

Local SEO: come incontrare i tuoi clienti
4 (80%) 4 votes

Avatar for Sergio Albertini
Seguimi

Sergio Albertini

Blogger, Webwriter e Digital Tutor at Sergio Albertini
Blogger e Content writer. Si occupa della scrittura di contenuti per il web, formazione e Content marketing.
Crede che la scrittura sia una tecnologia liquida capace di accogliere ogni contenuto e adattarsi a qualsiasi contenitore.
Avatar for Sergio Albertini
Seguimi
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Messenger icon
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa cookie.

Altro in: Local SEO, posizionamento seo
ecommerce che non vende
E-commerce che non vende: come migliorare?

Chiudi