posizionamento sui motori di ricerca

Guida posizionamento sui motori di ricerca (Parte 3)

Dopo aver parlato di indicizzazione e delle azioni basilari che ci servono per ottenere il posizionamento sui motori di ricerca (nella parte 1 e nella parte 2 della guida), dobbiamo fare qualcosa per avere… un ottimo posizionamento e per migliorarlo! Per riuscirci ci serve la SEO, che dobbiamo usare per l’ottimizzazione e la scrittura dei contenuti.

Perciò, oggi parliamo di come scrivere in ottica SEO, con lo scopo di:

  • Avere una valida posizione sui risultati delle ricerche e raggiungere la prima pagina.
  • Aumentare il traffico organico (ovvero non a pagamento) in entrata al sito.
  • Incrementare le conversioni (vendite, contatti, etc.).

Con questi presupposti, ora ti chiediamo… Te la senti di scrivere?

Al giorno d’oggi è importante avere un blog correlato al sito statico. Non a caso, sono moltissime le aziende e i professionisti che l’hanno inserito all’interno delle proprie pagine web, proprio per ottenere i risultati che abbiamo appena elencato e per migliorare il loro posizionamento sui motori di ricerca.

Perciò, se pensi di non aver voglia o di non essere la persona adatta per scrivere contenuti in ottica SEO con regolarità, ti consigliamo di avvalerti di un copywriter che se ne occupi al tuo posto. Certamente, sarà una spesa in più. Tuttavia, si tratta in realtà di un investimento: quei contenuti potranno aiutarti ad aumentare la tua visibilità online, il traffico al tuo sito e, conseguentemente, ti aiuteranno a far crescere la tua attività… Mentre tu potrai concentrarti sulle altre mansioni utili al tuo business.

Se invece te la senti di scrivere, ma non sai di cosa parlare e quali sono le tecniche SEO da mettere in pratica, sappi che puoi imparare e in questo articolo ti daremo tutti i suggerimenti del caso. Iniziamo…

Come puoi scegliere gli argomenti per il blog al fine di migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca e ottenere importanti risultati?

Il nostro consiglio è di creare un piano editoriale mensile o trimestrale, con una lista di titoli da sviluppare e con le parole chiave relative al contenuto.

Durante il periodo di pubblicazione, potrai monitorare il posizionamento dei vari articoli sviluppati e delle keywords utilizzate, e capire cosa ti porta buoni risultati in termini di traffico e conversioni. Grazie a questa analisi potrai creare il piano editoriale per il periodo successivo (o modificare quello in corso), puntando sulle tematiche che hanno avuto più successo e realizzando quindi articoli correlati.

Per farlo, dovrai tuttavia trovare gli argomenti e le relative parole chiave… Allora come possiamo realizzare un piano editoriale per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca?

Sarà necessario realizzare una lista di titoli e tematiche che hanno a che fare con la tua nicchia.

Prendendo come esempio la nostra web agency, di cosa parliamo sul nostro blog? Di tutto ciò che è correlato al web, ai social e al marketing online.

Un ristorante potrebbe invece parlare dei propri piatti, degli ingredienti utilizzati, degli alimenti a chilometri zero e delle qualità nutrizionali dei cibi che porta in tavola… Mentre un negozio di articoli per animali, potrebbe creare guide correlate e dare ad esempio consigli su come curare qualche particolare esemplare, sulla migliore alimentazione in base alla specie e così via. Un’azienda che produce scarpe può parlare invece delle tendenze e della moda attuale…

Perciò, qual è la tua nicchia?

In che settore operi?

Cosa vendi o quali servizi offri?

Quali sono le tue competenze professionali?

Rispondendo a queste domande potrai sicuramente trovare gli argomenti da trattare sul tuo blog e potrai realizzare guide e articoli con approfondimenti e informazioni di valore che possono interessare ai tuoi potenziali clienti.

Vedrai che gli argomenti saranno tantissimi e potrai usarli per migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca e raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Potrai anche parlare dei tuoi servizi o prodotti, spiegandone le particolarità, le problematiche che possono risolvere e/o le fasi di produzione o esecuzione.

Una volta creata la lista, dovrai programmare la pubblicazione e creare il tuo calendario. Ricorda che questi articoli dovranno rispondere alle domande e alle esigenze dei tuoi potenziali clienti. Quindi, potrai aiutarti analizzando ricerche di mercato, facendo una ricerca su Google, cercando le tematiche affrontate dai tuoi principali competitor e persino guardando sui forum del settore.

La ricerca delle keyword per il posizionamento sui motori di ricerca

Prima di iniziare a scrivere, dovrai trovare le parole chiave correlate alle tematiche che hai scelto. Questa è una fase fondamentale. Infatti, devi pensare che puoi anche realizzare dei contenuti eccellenti, ma se non darai un occhio all’ottimizzazione SEO, potrai rischiare che non vengano mai trovati e mai letti! In pratica, i tuoi sforzi potrebbero essere nulli.

A questo punto, sappi che i tuoi contenuti potranno ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca solo se utilizzerai le parole chiave giuste, ovvero quelle più facili da posizionare e che presentano un basso volume di ricerca e una minore competitività sui risultati.

Queste keyword ti aiuteranno a posizionare i tuoi contenuti e ad ottenere più traffico. Se poi avrai realizzato articoli di qualità, i tuoi visitatori torneranno sul tuo sito e/o diventeranno tuoi clienti o contatti. Inoltre, più tempo staranno su una determinata pagina, più quest’ultima sarà autorevole agli occhi di Google, comportando così un posizionamento ancora migliore, anche per quanto riguarda le parole più competitive.

Ma come puoi trovare le parole da usare? Generalmente, lo strumento di ricerca per le parole chiave di Google AdWords è il più utilizzato e consigliato. Grazie ad esso, potrai cercare le parole chiave principali e correlate ai tuoi articoli da sviluppare, e scegliere quelle che hanno un volume di ricerca medio, non troppo alto, ma neanche troppo basso. Per fare un esempio, una parola chiave che totalizza mille ricerche mensili non è il massimo. Pertanto, sarà opportuno utilizzarne una correlata o similare che totalizza magari 250 ricerche, un po’ di più o un po’ di meno. D’altra parte, una che ne totalizza una ventina non ti sarà utile!

Naturalmente, per alcune parole chiave non avrai molta scelta e dovrai prediligere obbligatoriamente quelle con un volume di ricerca alto, ma l’importante è cercare di seguire il nostro consiglio per la maggior parte delle volte, in particolare se il tuo sito/blog è nato da poco e non si è ancora guadagnato un buon posizionamento sui motori di ricerca.

Anche se lo strumento di Google AdWords è il più noto, ti suggeriamo di usare una piattaforma come SeoZoom.it. Quest’ultimo si rivela molto più semplice da usare e potrà darti nuove idee, spunti e un ottimo aiuto persino per quanto riguarda altri fattori utili per il posizionamento del tuo sito e per la sua ottimizzazione in ottica SEO. Non dimenticare che può cercare anche delle parole chiave “geolocalizzate”, che contengono il nome della città in cui operi (es. servizi catering a Roma, location per matrimoni a Roma).

posizionamento sui motori di ricerca

L’ottimizzazione SEO dei tuoi articoli

Naturalmente, le parole chiave principali utili per posizionare il tuo sito, dovrai averle ben chiare fin da subito e utilizzarle in particolare per la creazione delle pagine, proprio come abbiamo visto nella seconda parte della guida. Per quanto riguarda invece i contenuti editoriali, non è ovviamente necessario fare una lista tutta in una volta e abbinarla ai titoli inseriti nel calendario di pubblicazione: puoi cercarle volta dopo volta, articolo per articolo. Dopodiché, potrai iniziare a scrivere.

Per utilizzare le keyword nel modo giusto e quindi ottimizzare i tuoi contenuti, sappi che:

  • La parola chiave dovrebbe essere presente nel titolo dell’articolo, nella sua URL, nel primo e nell’ultimo paragrafo.
  • È molto utile inserire la parola chiave principale anche nel titolo e nel testo alternativo dell’immagine e, ovviamente, all’interno del testo, ricordando sempre di non forzare le frasi e di non renderle illeggibili e incomprensibili solo per inserirla!

Per quanto riguarda l’ottimizzazione e il posizionamento sui motori di ricerca, oltre a scrivere testi di qualità muniti di un tocco personale, sarà molto utile parlare quanto basta… ovvero non troppo poco. Quando è possibile, creare dei contenuti che superano le mille parole non è assolutamente un male… Anzi!

Inoltre, è consigliabile usare:

  • Parole chiave correlate alla principale (che potrebbero anche essere sinonimi).
  • Termini che siano rilevanti, pertinenti e adatti all’argomento trattato.

Infine, ricorda che a Google non piacciono i contenuti duplicati. Pertanto, crea articoli completamente originali: puoi prendere spunto dagli altri, ma dovrai certamente prestare attenzione in quanto il contenuto non dovrà mai sembrare o, peggio, effettivamente risultare copiato.

Un’altra delle cose da non sottovalutare sono i link interni agli articoli. A Google piace vedere che inseriamo collegamenti ad altri dei nostri articoli (e piace anche ai visitatori che possono trovare facilmente approfondimenti e articoli correlati di loro interesse) e persino ad altri siti autorevoli, che trattano un argomento collegato a quello del contenuto.

Ad esempio, nel blog di un ristorante possiamo trovare un articolo sulle verdure di stagione, dove si parla delle loro proprietà e delle sostanze nutritive. Linkare la parola “vitamina C” alla relativa pagina di Wikipedia o ad un sito autorevole che approfondisce la tematica non sarà di certo un male! Allo stesso modo, possiamo linkare alcune piccole frasi o parole ad altri articoli correlati, già presenti nel nostro blog.

Seguendo tutti questi accorgimenti, potrai ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca, migliorarlo costantemente e far crescere la tua attività. Se hai bisogno di altro aiuto, non ti resta che contattarci!

 

Avatar for Susanna Soliman

Susanna Soliman

Scrittrice, copywriter e mamma a tempo pieno. Scrivo per passione, leggo per crescere e vivo di parole. Il mio motto è: #Love, #Live & #Write.
Avatar for Susanna Soliman
Guida posizionamento sui motori di ricerca (Parte 3) ultima modifica: 2017-06-19T07:00:50+00:00 da Susanna Soliman
Nessun commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
E-mail
Hai un sito web?

quattordici + otto =

Iscriviti alla Newsletter!

Niente spam e niente promozioni. Solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Ci stai?
Ok, mi iscrivo!
close-link