contenuti virali

Contenuti virali per il web marketing sportivo (e non solo)

Che cos’è un contenuto virale? Oramai lo sappiamo: può essere un video, un’immagine o un post di un blog che, per merito del suo contenuto, riesce a raggiungere molte o, meglio, moltissime persone.

È accaduto per alcuni video su YouTube, per dei post su Facebook e hanno fatto lo stesso giro del web persino numerosi tweet: in pochissimo tempo, sono stati condivisi e ri-condivisi da migliaia di utenti. Ma perché questi contenuti sono diventati virali?

Sicuramente, hanno alcuni aspetti in comune che li contraddistinguono dal resto del materiale che possiamo trovare su internet.

Non è facile creare dei contenuti virali ma, studiando quelli che lo sono già diventati, possiamo replicarne il successo! Proprio per questo, oggi andiamo a scoprire quali sono le caratteristiche da non sottovalutare e i consigli da seguire.

6 cose che devi sapere per creare dei contenuti virali

Mettendo a confronto diversi contenuti che sono diventati virali, possiamo capire come fare le mosse giuste e come avvalerci di nuove efficienti strategie per il web marketing sportivo, che valgono ovviamente anche per tutti gli altri settori. Personalizzando queste caratteristiche che contraddistinguono i contenuti virali già esistenti, possiamo agire intelligentemente per crearne di nuovi e trarne profitto per ogni tipologia di business. Proprio per questo, ci sono alcuni elementi da considerare.

1 – Un contenuto virale stupisce e spesso fa anche ridere

Lasciare un utente a bocca aperta è sempre un’ottima cosa e lo stesso vale per quando riusciamo persino a strappare una sana risata (o più di una) al nostro pubblico di riferimento. Non a caso, sappiamo bene che alla gente piace ridere e divertirsi e che i video più visti su YouTube sono quelli divertenti (oltre ai classici ed evergreen videoclip musicali). Quindi, quando sei lì che stai per scrivere o realizzare un altro tipo di contenuto che vorresti diventasse virale, inserisci qualche frase divertente o delle immagini che fanno ridere.

2 – Il pubblico può essere il protagonista della tua storia

Molti contenuti che sono divenuti virali, si rivolgevano al pubblico, come se fosse il protagonista della storia da raccontare. Metti l’utente al centro delle tue attenzioni ogni qualvolta sei alle prese con la creazione di nuovi contenuti. Inoltre, per far sì che le persone si sentano ancora più importanti, prova a farle partecipare in qualche modo a ciò che stai facendo e chiedi loro delle opinioni a riguardo.

3 – Al tuo pubblico piace anche leggere

È stato dimostrato che i post più condivisi e con più interazioni sociali sono quelli lunghi minimo mille parole. Certo, scriverne la metà è più facile e più veloce, e magari è la soluzione più adatta a te, ma non ha i numeri per essere virale, a meno che non si tratti di una notizia travolgente o di una fake news, con un titolo capace di catturare molti click (anche se a volte per lo scopo sbagliato o comunque per condividere qualcosa di non vero). Tienilo a mente quando stai per iniziare a scrivere.

4 – Usa fonti comprovate, informazioni reali e di valore

Mai, e ripetiamo mai, si dovrebbero divulgare false informazioni e sicuramente sarai d’accordo con noi. Come ti abbiamo anticipato, le fake news funzionano (purtroppo) e fanno persino il giro del mondo in poco tempo. Di certo, questo può far gola e far pensare “perché io no??”. Tuttavia, sono nati vari scandali su questo “fenomeno”. Pertanto, tu evita di farlo ma, siccome sappiamo che sei in buona fede, quello che ti raccomandiamo di più è di controllare bene le tue fonti: potrebbe sembrare una notizia travolgente, ma se non è vera, ci va di mezzo la tua credibilità!

Con la notizia sbagliata, il tuo contenuto potrà anche diventare virale, ma lo stesso accadrà per l’alone di inaffidabilità che avrai creato intorno a te e al tuo business. Perciò, anche se la strada della verità è sicuramente la più difficile, vai nella direzione più giusta: cerca fonti attendibili e implementale nei tuoi contenuti.

Trova una notizia reale ed interessante allo stesso tempo. Facendo così, oltre ad aumentare le possibilità che diventi virale, ci guadagnerai in credibilità e il tuo pubblico lo apprezzerà. Alla fine dei conti, è questo quello che vuoi, non è vero? Meglio un pubblico più piccolo ma mirato, che un’enorme quantità di utenti che ti seguono e che però non ti porteranno a nulla!

5 – Infografiche, immagini, video, etc.

La maggior parte dei contenuti virali, come abbiamo detto, sono composti principalmente da immagini e/o video. Quindi, se il tuo desiderio è quello di far girare un tuo articolo sul web, oltre a scriverlo al meglio, potrai integrarlo con:

  • immagini informative come le infografiche,
  • audio guide come i podcast
  • video fantastici (meglio se fatti da te).

Questi elementi renderanno i tuoi contenuti più interattivi e coinvolgenti, e invoglieranno i tuoi utenti ad avviare un potente passaparola.

6 – Suscita emozioni forti!

Le emozioni fanno sempre la differenza. Non a caso, si parla spesso di storytelling e visual storytelling. Hai presente i video di FanPage.it che puoi trovare anche su Facebook? La maggior parte di essi sono molto semplici e composti da immagini che scorrono. Con qualche testo commuovente e un brano azzeccato di sottofondo, in poche ore fanno il pieno di visualizzazioni!

Le emozioni sono sempre la parola chiave di ogni cosa e per quelle non devi neanche impegnarti più di tanto, in quanto è meglio quando sono spontanee. Persino raccontare le difficoltà, che hai affrontato per realizzare un determinato progetto, può donare un valore aggiunto a te e a quello che hai scritto/fatto/condiviso, e colpire appieno il tuo target di riferimento.

3 elementi da considerare per la creazione di contenuti virali

Finora, abbiamo già detto tanto e, sicuramente, avrai qualcosa su cui riflettere e su cui lavorare per creare dei contenuti validi e capaci di raggiungere un ampio pubblico. Tuttavia, ci teniamo a dirti altre 3 cose:

  • Social media;
  • Influencer;
  • Promozione.

I social catalizzano l’attenzione degli utenti. Pertanto, se vuoi creare dei contenuti virali, devi usarli e lavorarci ogni giorno per creare delle connessioni pronte per accogliere i tuoi contenuti e condividerli. È opportuno inoltre coltivare delle relazioni con influencer del tuo settore: parla con loro, esponi i tuoi progetti e chiedi se possono aiutarti a promuovere il tuo lavoro. Tutto questo fa già gran parte della tua strategia di promozione, che però dovrà continuare su più fronti.

Potrai seguire i nostri consigli per la promozione dei post sul web e darti da fare. Vedrai che, con l’impegno, creare contenuti virali per il tuo target sarà possibile e più semplice di quanto pensi: potranno certamente elevare i risultati delle tue strategie di web marketing per lo sport e non solo. Infine, non dimenticare che un contenuto diventa virale molto più facilmente se ci credi: solo così farai tutti i passi giusti!

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
Ok, mi iscrivo!

Per maggiori informazioni consulta la nostra INFORMATIVA PRIVACY

Contenuti virali per il web marketing sportivo (e non solo)
5 (100%) 2 votes

Avatar for Susanna Soliman

Susanna Soliman

Scrittrice, copywriter e mamma a tempo pieno. Scrivo per passione, leggo per crescere e vivo di parole. Il mio motto è: #Love, #Live & #Write.
Avatar for Susanna Soliman
Nessun Commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sito web vecchiotto o invisibile su Google?

30 MINUTI DI CONSULENZA SEO GRATIS

Inserisci i tuoi dati per richiedere un'analisi GRATUITA del tuo sito web.
OK, VOGLIO LA CONSULENZA
Prima di inviare il modulo consulta la nostra informativa privacy.
close-link
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
Ok, mi iscrivo!
close-link
Altro in: Web Marketing
Evento Wellness Marketing Power Roma
Wellness Marketing Power, quando il marketing incontra lo sport

Chiudi