Contenuti SEO

Contenuti SEO: utilità o solo indicizzazione?

Tutti abbiamo scoperto che i Motori di Ricerca, o meglio Google, si alimenta di parole, cioè di tutte quelle cose che solitamente scriviamo su un forum, blog, sito ecc … ovvio comprese queste.

Sappiamo anche che per usare Google si esegue una ricerca e usa una parola o combinazione, il risultato è legato alla pertinenza e rilevanza di quella parola o combinazione nel contesto della pagina indicizzata.

In altre parole il contenuto più rilevante per quella parola, Google lo mostra nelle prime posizioni, da qui i contenuti SEO per dare rilevanza a una determinata keyword. In tutto questo siamo passati dalla scrittura “tradizionale”, in altre parole quella disinteressata a certe sottigliezze tecnologiche, a quella interessata per fini promozionali di marketing.

Quelli che erano organici diventano contenuti SEO

L’uso della scrittura SEO è diventato decisivo per molte aziende, che hanno colto la rilevanza e la forza di attrarre traffico e contatti intercettando gli interessi della gente. Per fare un esempio, oggi si scrivono testi in base alle keyword, mentre in passato si pubblicavano i testi basandosi sulle informazioni e queste contenevano le parole chiave oggetto d’interesse del testo.

Un testo quindi che in passato era organico e redatto con lo scopo di informare e comunicare oggi diventa qualcosa di molto più tecnico e sottile. I contenuti SEO offrono una maggiore incisività e precisione per l’inserimento nelle SERP da parte di Google. Infatti, è lo stesso Motore di Ricerca a offrire tutta una serie di guide e informazioni utili per la redazione dei testi in questa forma.

La scrittura SEO pregiudica il contenuto?

Affatto, semmai lo migliora perché chi applica questo sistema, sa che deve offrire un contenuto rilevante e utile. Non è sempre così, molti sono convinti che ripetere più spesso una keyword sia sufficiente per indicizzare un sito e magari ambire alla prima posizione, non funziona così.

Un testo ottimizzato può e deve essere scritto per fare informazione e offrire qualcosa di utile al lettore, e non necessariamente solo per fini di marketing, che spesso si rivela come un boomerang.

Come realizzare un testo efficace?

Prima di tutto occorre focalizzare i contenuti SEO su un preciso obiettivo, la redazione del testo dovrà essere utile per il lettore, l’argomento deve rispecchiare la keyword di ricerca con un contenuto ben strutturato e leggibile.

Occorre fare attenzione nel dosare l’inserimento delle keyword, disporle in modo organico quando necessario per argomentare o evidenziare il contenuto, un uso eccessivo delle parole chiave renderebbe ridondante il testo e può penalizzare il sito.

I punti essenziali:

  1. Scegliere un titolo accattivante ma pertinente.
  2. Testo fluido e leggibile.
  3. Fraseggio corto tutte le volte che possibili per dare respiro al lettore.
  4. Evitare troppo argomenti in un solo testo, meglio una pagina in più.
  5. Non esagerare con le key, la ripetizione deve essere organica.
  6. Usate i tag h1 e h2.
  7. Inserire una o più immagine.
  8. Pubblicare link interni ed esterni.

Attrazione fatale a tempo molto determinato

Scrivere contenuti forzatamente per indicizzare una pagina o sito non è la migliore idea, se non c’è contenuto interessante non ci sarà utente interessato. E’ inutile quindi sprecare tempo per infarcire un testo di parole senza capo né coda solo per finire, Google permettendo, in prima pagina.

Un consiglio per quanti se la giocano pensando che una decina di key inserite in un lungo testo non-sense per collocarsi in prima pagina Google, controllare la permanenza dei lettori sulla pagina, se inferiore a 30 secondi su un testo che richiede almeno 2 minuti, sarà necessario farsi qualche domanda!

Contenuti SEO: utilità o solo indicizzazione? ultima modifica: 2017-01-20T19:12:25+00:00 da Good Working

Iscriviti alla Newsletter!

Niente spam e niente promozioni. Solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Ci stai?
Ok, mi iscrivo!
close-link