Come portare traffico al tuo blog con Pinterest

Come portare traffico al tuo blog con Pinterest

Portare traffico al tuo blog è tutt’altro che semplice. A volte ti senti come un cercatore d’oro nel secolo sbagliato.

La verità è che non solo devi portare traffico al tuo blog, devi anche portare quello giusto: persone interessate ai tuoi prodotti o servizi. Se pensi di poterlo fare senza sforzi sappi che sei destinato a cocenti delusioni. Ma se hai voglia di fare sul serio, allora Pinterest potrà essere un valido alleato.

Preparati a raccogliere questi consigli e inizia a usare Pinterest per portare le persone a scoprire le meravigliose idee che hai in serbo per loro.

Portare traffico al tuo blog con Pinterest

Pinterest è un vero motore di ricerca visuale. Un social media che ispira le persone e le connette attraverso le passioni condivise. Permette di salvare quello che ti piace e di organizzarlo per essere ritrovato con facilità.

In Italia viene snobbato, se ne parla meno dei più affermati Facebook, Instagram o Twitter. Eppure, stiamo parlando di un social media che conta più di 200 milioni di utenti attivi al mese. Un mare di oltre 100 miliardi d’idee condivise.

pinterest audience

1 – Pinterest Internal Data, September 2017
2 – Pinterest Internal Data, monthly active users, September 2017
3 – Pinterest Internal Data, September 2017
4 – Pinterest Internal Data, September 2017

Pinterest Terminologie di base

Forse hai già usato Pinterest in passato, oppure si tratta di un luogo oscuro in cui hai sempre temuto di metter piede. In ogni caso, forse è utile dare una spolveratina alle principali terminologie usate in Pinterest. Ti aiuterà a capirne meglio il funzionamento:

  • Pin: dall’inglese “puntina”. Esprime il concetto di “appuntare” ed è riferito a qualsiasi cosa tu raccolga nelle tue bacheche. Puoi raccogliere e appuntare immagini dal web con estrema facilità, grazie all’apposito bottone per browser. Oppure puoi importare contenuti dal tuo blog, dalle bacheche presenti su Pinterest o creare dei nuovi Pin.
  • Repin: identifica l’azione di appendere nella tua bacheca un pin presente nella bacheca di qualcun altro. È anche un modo carino per mostrare il tuo apprezzamento al Pinner.
  • Pinners: coloro che creano Pin e usano Pinterest.
  • Bacheca o Board: devi immaginare le bacheche in Pinterest come delle tavole di sughero dove appunti immagini e infografiche. Puoi creare tutte le bacheche che vuoi e organizzarle in sezioni.
  • Quando accedi a Pinterest trovi sempre contenuti interessanti. Fonti utili che sanno attirare la tua attenzione con immagini e infografiche d’impatto. Li salveresti tutti, perché uno tira l’altro.

Anche tu puoi riuscire a fare questo effetto alle persone e comunicare in modo efficace il tuo valore.

Dai iniziamo a conoscere meglio Pinterest. Sei pronto?

5 elementi da curare per portare traffico al tuo blog con Pinterest

Pinterest è un ottimo strumento per portare traffico al tuo blog, ma se non sai come usarlo, uno strumento resta solo uno strumento. Non ci sono segreti incantati ma solo buoni consigli per ottenere ottimi risultati.

Come tutti i social media, Pinterest richiede cura, dedizione e creatività. Dunque, non solo immagini e infografiche, ma anche contenuti ben scritti, sia per le persone, che per i motori di ricerca.

Partiamo da zero e vediamo 5 elementi chiave che non devi trascurare per iniziare con il piede giusto. Lo so, forse ti sembrerà banale e chissà, pensi che ti stia annoiando, ma queste semplici strategie, forse le hai dimenticate.

Il nome del tuo profilo

Hai pensato di sfruttare in modo creativo lo spazio riservato al nome che viene visualizzato sul tuo profilo?

Per farti un esempio, nel mio account personale non mi sono limitato a usare i campi “nome” e “cognome” per ciò che sono indicati. Ho cercato di sfruttarli per comunicare anche di cosa mi occupo. In questo modo ho reso il mio account più facile da trovare nelle ricerche correlate al mio campo d’impiego.

Comunica subito in cosa sei specializzato. In questo modo, se le persone cercano qualcuno come te o sono appassionate degli argomenti che tratti su Pinterest, ti trovano subito.

È un peccato non sfruttare una strategia così semplice da implementare e limitarti a fare affidamento sulla sezione “informazioni su di te”. Prima di comunicare chi sei devi farti trovare.

La sezione “informazioni su di te”

Sfrutta questa sezione del profilo per spiegare qual è la tua attività e quali sono i benefici che puoi offrire alle persone. Puoi aggiungere una CTA e invitare a cliccare su un link al tuo blog. Oppure offrire una risorsa gratuita e fare lead generation.

Hai 160 caratteri spazi inclusi, sfruttali al meglio. Non è banale, né sciocco, pensaci bene.

L’immagine del profilo

Se gestisci un profilo Pinterest per la tua azienda usa una foto del logo e assicurati che sia di ottima qualità. Ma se gestisci un profilo come libero professionista le considerazioni che devi fare sono diverse.

Le persone sono attratte dalle persone e se vuoi aumentare le interazioni il tuo logo potrebbe non essere l’ideale.  Sul tuo profilo personale è meglio usare un’immagine di te stesso. Usa la stessa che utilizzi negl’altri canali social e sul tuo blog. In questo modo sei facilmente riconoscibile e per le persone è più naturale connettersi con un viso.

Inoltre, se possiedi un logo che ti rappresenta, puoi inserirlo in un angolo della tua foto o pensare di metterlo come sfondo. Sono solo dei piccoli suggerimenti ma, come sempre, la tua creatività e il tuo modo di essere devono venire fuori.

Le schede in primo piano

Organizza le tue bacheche. Puoi selezionare quelle che ritieni più importanti e “trascinarle” in primo piano. Saranno quelle che il tuo pubblico vedrà per prime. Quindi fai in modo che siano bacheche che:

  • Portano traffico al tuo sito;
  • Evidenziano il tuo prodotto o servizio;
  • Rappresentano te e la tua attività.

Le tue bacheche in primo piano dovrebbero contenere solo i tuoi contenuti o pin che parlano della tua attività. Per esempio, se scrivi contenuti per altri blog oltre al tuo, potresti creare una bacheca per mostrare il tuo lavoro.

Organizza i tuoi Pin e sfrutta le nuove funzioni di Pinterest

Pinterest continua a introdurre aggiornamenti per rendere più facile l’organizzazione e la condivisione dei Pin. Oltre alla possibilità di rendere private le bacheche in cui raccogli i tuoi Pin personali, come ad esempio una raccolta di fonti, ora puoi:

  • Suddividere una bacheca in più sezioni per organizzare al meglio i contenuti;
  • Spostare le sezioni con un semplice trascinamento e portare in cima alla bacheca quelle che ti interessa mostrare per prime;
  • Organizzare i singoli Pin di ogni scheda, trascinandoli;
  • Archiviare le bacheche che non ti servono più. Non saranno eliminate, ma saranno visibili solo a te. Potrai riordinare le tue bacheche nascondendo quelle legate a progetti temporanei. Se hai raccolto dei Pin per una ricerca che ora si è conclusa, ma non vuoi né eliminarli, né averli “tra i piedi”, archiviali.

Fin qui ci siamo. Allora, cosa ne pensi? Spero tu abbia già qualche idea per iniziare a creare bacheche e Pin che valorizzino il tuo lavoro e sappiano portare traffico al tuo blog. Però, ti ascolto e immagino tu voglia qualche consiglio per realizzare dei Pin che sappiano accompagnare le persone verso il tuo blog.

Ti confesso che mi diverto anch’io. Vediamoli insieme.

Come creare Pin fantastici

 

Le strategie di base direi che sono assodate. Ora arriva la parte che ti porterà via un po’ più di tempo, ma non puoi sperare di portare traffico al tuo blog con Pinterest se non ti impegni al massimo. Ecco qualche suggerimento per creare i tuoi Pin:

Immagini e Infografiche

Su Pinterest sono le immagini verticali a fornire una performance migliore. Considera che Pinterest non pone limiti di lunghezza, ma solo in orizzontale.

Usa immagini di alta qualità e considera comunque ideali delle immagini con dimensioni 600×900.

Sfrutta le tue immagini per aggiungere del testo. Un microcontenuto capace di attirare l’attenzione. Oppure, potresti anche personalizzarle con un piccolo logo o uno stile grafico tutto tuo.

Il piatto forte su Pinterest sono le infografiche. Se non hai particolare dimestichezza nel crearle puoi utilizzare delle piattaforme freemium, come Picktochart, Canva o Stencil.

Crea un Pin per ogni contenuto del tuo blog e cura il testo

Dovresti creare un Pin per ogni contenuto del tuo blog e curarne il copy della descrizione, perché le parole che usi hanno rilevanza SEO. Quindi, studia e usa le parole chiave che le persone stanno cercando per l’argomento trattato nel Pin.

Sfrutta il testo per inserire un invito all’azione che accompagni le persone a leggere il contenuto sul tuo blog.

Hashtag

Su Pinterest gli hashtag funzionano come per gli altri social media. Quindi, utilizza gli hashtag per identificare i tuoi Pin con un argomento specifico. Ad oggi, Pinterest non fa differenza tra Pin sponsorizzati e non. Perciò quando mostra i risultati di ricerca per hashtag, porta in evidenza i più recenti. Cerca di creare più Pin che puoi.

Fai content curation

Non essere quello che parla sempre di sé e mostra solo quanto è bello e bravo. Cerca, organizza in bacheche e attribuisci valore anche ai Pin di altri Pinners. In questo modo, magari aggiungendo un tuo commento, una tua riflessione, fornisci punti di vista diversi ai tuoi lettori. Lo apprezzeranno e non solo loro. Anche la tua content strategy su Pinterest avrà più ampio respiro.

Usa altri Social media

Sfrutta la sinergia tra i canali social che presidi e aumenta le possibilità di far conoscere le tue bacheche su Pinterest. Condividi i tuoi Pin su Twitter o Facebook, per esempio, e invita le persone a conoscerti e a leggere i tuoi contenuti.

Un ultimo consiglio: fai l’analisi dei dati

Se fai l’upgrade del tuo account a un “profilo aziendale”, hai a disposizione lo strumento per l’analisi dei dati di Pinterest. In questo modo ti è possibile capire quali siano i Pin che funzionano meglio e quali gli orari migliori per postare i tuoi Pin.

Portare traffico al tuo blog con Pinterest: fai sentire la tua voce

Ora hai un quadro generale di come puoi sfruttare Pinterest per portare traffico al tuo blog e qualche spunto per creare Pin fantastici e farli brillare.

Portare traffico al tuo blog richiede molto impegno. So che troverai il modo per ottenere il massimo da Pinterest, perché anche tu conosci la gratificazione che può dare un lavoro ben fatto.

Non ti resta che iniziare a usare Pinterest.

Qui sotto, nei commenti, c’è tutto lo spazio che vuoi per fare una chiacchierata insieme. Ti aspetto.

Come portare traffico al tuo blog con Pinterest
4.1 (82.22%) 9 votes

Avatar for Sergio Albertini
Seguimi

Sergio Albertini

Blogger, Webwriter e Digital Tutor at Sergio Albertini
Blogger e Content writer. Si occupa della scrittura di contenuti per il web, formazione e Content marketing.
Crede che la scrittura sia una tecnologia liquida capace di accogliere ogni contenuto e adattarsi a qualsiasi contenitore.
Avatar for Sergio Albertini
Seguimi
7 Commenti
  • Avatar for Daniele Thanatos Celeri
    Daniele Thanatos Celeri
    Rispondi
    Posted at 7:26, 21 febbraio 2018

    Ottimo articolo, bravissimo. Anche io uso Pinterest per fare SEO, prima lo usavo per raccogliere elementi che mi fossero congeniali mentre adesso che ho aperto dei blog ne vedo le potenzialità.

  • Avatar for Andrea Torti
    Posted at 12:46, 21 febbraio 2018

    Sì, Pinterest in Italia è ancora sottovalutato, eppure ha un grande potenziale, soprattutto in alcuni settori (DIY, abbigliamento, attività creative in genere): fra l’altro, il motore di ricerca interno al sito permette di ottimizzare i contenuti con una certa precisione.

    Nella mia esperienza, ho notato anch’io che le immagini in verticale attirano più repin: di solito il formato che uso è 735 per 1100 pixel 🙂

    • Avatar for Giuseppe Barbagallo
      Posted at 17:36, 21 febbraio 2018

      Andrea, innanzitutto grazie per il tuo commento e per i dettagli aggiuntivi che hai fornito.

      Come hai ben detto, in Italia è una piattaforma ancora poco utilizzata ma che riserva grosse potenzialità.

      Ti auguro una buona giornata e grazie 🙂

  • Avatar for Alice
    Alice
    Rispondi
    Posted at 0:14, 13 giugno 2018

    Avrei una domanda: è possibile usare le immagini di Pinterest per il proprio blog o si rischia di violare i diritti d’autore?

Lascia un commento...

Commento
Nome
Email
Sito web

Vuoi iscriverti alla nostra newsletter?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Niente spam o pubblicità, solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Che aspetti? Iscriviti ora!
close-link
Messenger icon
Chatta con noi!

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni, consulta l'informativa cookie.

Altro in: Pinterest, social media
Come scoprire quante volte una pagina Web è stato condivisa sui Social (copertina)
Come scoprire quante volte una pagina Web è stata condivisa sui Social

Chiudi