contenuti di qualità

6 modi per scoprire cosa vogliono i lettori dal tuo blog

Quando si lavora sui contenuti c’è un passaggio essenziale: scrivere per le persone che devono leggere, creare video per chi deve guardare e via verso questa direzione. Il punto è chiaro: devi mettere da parte la tua idea di contenuto di qualità e iniziare a investigare. Devi scoprire cosa vogliono gli individui che appartengono al target.

Abbastanza chiaro, non credi? Gli occhi leggono se si trovano di fronte a testi in grado di coccolare le proprie esigenze. Certo, poi devi curare anche la buona organizzazione delle informazioni: struttura, heading, formattazione e inserimento di elementi multimediali possono fare la differenza. Ma alla base di tutto questo c’è l’ascolto.

Devi ascoltare cosa vogliono gli utenti, e creare dei contenuti cuciti intorno alle necessità di chi legge. Ecco perché è così importante scoprire cosa vogliono i lettori sul tuo blog. Però non è facile avere queste informazioni. O meglio, puoi ottenerle nel modo giusto se segui alcune indicazioni e se sfrutti i SEO tool nel modo giusto. Qualche esempio?

Inizia a sfruttare Google Analytics

Il primo punto da sottolineare: con Google Analytics puoi avere informazioni specifiche sulla tua audience, quella che visita il sito web. Ad esempio puoi sapere se le persone che arrivano sulle tue pagine usano uno strumento desktop o un dispositivo mobile. Avere informazioni del genere è importante per iniziare a capire il tuo pubblico, così come può essere utile iniziare a tracciare i trend rispetto a giorni e orari dove si concentra il traffico.

Uno dei passaggi che puoi analizzare è il volume delle visite e capire quali sono i contenuti che hanno maggior successo. Cercando anche di identificare il tipo di traffico. Questo dato, ovviamente, è embrionale e non può dirti tutto sulle necessità del tuo pubblico. Ma avere una conoscenza degli articoli e delle pagine che hanno maggior successo sul tuo progetto può essere il punto di partenza per capire come migliorare le pubblicazioni nel tempo.

Da leggere: come scegliere un consulente SEO

Traccia le ricerche interne del pubblico

Sempre con Google Analytics puoi fare il primo passo per scoprire cosa vogliono le persone dal tuo blog. La piattaforma, infatti, permette di monitorare le ricerche interne fatte nel campo di ricerca del tuo blog. In questo modo puoi capire se ci sono delle query specifiche nei confronti del tuo progetto editoriale. E adeguarti.

Se ci sono molte ricerche rispetto a temi che non hai trattato puoi inserire nel calendario editoriale dei titoli. Prima cerca di approfondire: se sono query informazionali punti su articoli, se hai l’occasione di intercettare una query transazionale (relativa a servizi o prodotti) ti conviene correre ai ripari e creare delle landing page efficaci.

O magari delle schede prodotto per fare in modo che tutto diventi più semplice e lineare. Hai qualcosa del genere online? Se il volume delle ricerche è interessante migliora ciò che hai fatto e veicola verso le pagine per convertire.

Chiedi cosa vorrebbero leggere

Un consiglio: chiedi ai visitatori cosa vorrebbero leggere. Lo puoi fare in modi differenti, in primo luogo con una pagina web pensata per raccogliere idee o suggerimenti. Poi creando un un sondaggio, e inviare questo modulo al pubblico con una newsletter o sui social per avere dei feedback. Funzionano bene anche i poll di Facebook o di twitter. Non dimenticare la forza di una domanda diretta, di una richiesta chiara. Senza giri di parole.

Usa gli strumenti SEO con cura

Questo è il passaggio decisivo: gli strumenti SEO possono aiutarti a scoprire cosa vuole la tua audience da Google. Questo è importante perché se il SEO copywriting come materia non esiste, di sicuro ci sono delle regole da mettere in pratica per scoprire cosa cercano le persone da Google. E scrivere dei contenuti per soddisfare tutto questo.

Quali sono gli strumenti indispensabili per avere risposte concrete? Come puoi scoprire cosa si cerca sul motore di ricerca? Ecco i tool che utilizzo tutti i giorni per la mia attività di web copywriting, in questa lista trovi risorse free che però vengono utilizzate anche in progetti piuttosto impegnativi.

  • Keyword Planner
  • Google Suggest
  • Google Trends
  • Ubersuggest
  • Answer The Public
  • Hypersuggest

Questi sono i SEO tool indispensabili per iniziare a scoprire cosa vogliono le persone. Sono strumenti gratis che ti consentono di analizzare keyword principali e correlate, anche in modo approfondito. Anche se ci sono altre utility come Semrush, Seozoom e Majestic che danno la possibilità di amplificare questa ricerca.

Monitora il comportamento sul sito

Non scopri le intenzioni del pubblico solo attraverso i SEO tool che ho indicato. Molte indicazioni arrivano da ciò che si clicca e si visita. Come scoprire queste informazioni? Puoi monitorare i flussi di navigazione in modi differenti, il più semplice è quello proposto da Google Analytics che offre i percorsi delle sessioni.

Uno schema di base mostra le varie interazioni del pubblico sul sito, con i casi di abbandono e di ulteriore navigazione. A tal proposito è utile valutare anche i vari bounce rate, tempo di permanenza sul sito e page per view.

google analytics

Il comportamento delle persone – Fonte immagine

Ci sono strumenti più avanzati di Google Analytics? Pur essendo questa la base di partenza per una buona ottimizzazione, puoi usare un tool molto potente per scoprire le abitudini del tuo blog. Sto parlando di Hotjar, una soluzione molto efficace per creare delle heatmap e delle sessioni di registrazione per scoprire come si muovono le letture e dove vanno i click. È un tool a pagamento, ma molto valido e capace di risolvere diversi problemi.

Ricorda, infine, che esiste un’estensione interessante di Google Analytics per Chrome che permette di individuare sulla pagina che ti interessa (ovviamente di un sito del quale hai l’accesso alle statistiche) le percentuali di click sui link per un determinato periodo di tempo. In questo modo puoi capire se quel collegamento è utile o meno, e se andrebbe messo in una posizione differente.

Non dimenticare le discussioni online

Un’altra fonte per scoprire gli argomenti da affrontare sul blog: la ricerca delle discussioni online. Forum, community, siti di domande/risposte e gruppi tematici sono una miniera d’oro per chi ha bisogno di idee.

Ma anche da chi cerca nuovi argomenti. Argomenti da affrontare nel blog. Non solo, attraverso questi progetti puoi trovare le sfumature necessarie per rendere i tuoi contenuti più pertinenti. Per fare in modo che il singolo articolo risponda a domande concrete, non a quello che tu ritieni di dover affrontare in un contenuto.

Risorse Google da conoscere

Tu come intercetti i bisogni del pubblico?

Qui trovi i consigli che lascio a chi mi chiede come intercettare le necessità di chi legge il mio blog. Devo capire i contenuti che hanno maggior successo, quelli che riescono a catturare il maggior numero di click.

Ma devo anche andare oltre. Non basta, devo scoprire come posso migliorare, come trovare nuovi titoli da aggiungere al mio piano editoriale. Puoi aggiungere qualcosa a questa lista? Tu come ti muovi? Lascia il tuo commento, approfondiamo insieme questo tema così importante per blogger e web writer.

Avatar for Riccardo Esposito

Riccardo Esposito

Ciao! Mi occupo di scrittura online e di copywriting. Scrivo per diversi blog di web marketing e faccio formazione alle aziende che vogliono sfruttare al massimo il blog.
Avatar for Riccardo Esposito
6 modi per scoprire cosa vogliono i lettori dal tuo blog ultima modifica: 2017-11-14T12:48:32+00:00 da Riccardo Esposito
Nessun commento

Lascia un commento...

Commento
Nome
E-mail
Hai un sito web?

3 × 4 =

Iscriviti alla Newsletter!

Niente spam e niente promozioni. Solo i migliori articoli del nostro blog pensati per te. Ci stai?
Ok, mi iscrivo!
close-link